Az. Ag. Bric Cenciurio

Home  /  Azienda  /  Pagina Corrente
×Dettagli

Anche se la sede e le vigne più
impor­tan­ti  sono nel comune di Baro­lo,
l’azienda prende il nome dal­la som­mità (bric) del colle Cen­ci­u­rio nel Roero, comune
di Castel­li­nal­do, dove si trovano altre vigne dell’azienda.  Azien­da che nasce all’inizio degli anni
novan­ta quan­do Fran­co Pit­ta­tore e suo cog­na­to Car­lo Sac­chet­to 
deci­dono di unire i ter­reni delle rispet­tive famiglie, ampli­ar­li con nuovi
acquisti nel Roero e vinifi­care l’uva da essi prodot­ta. In segui­to
alla scom­parsa di Fran­co a pren­dere le redi­ni dell’azienda sono Car­lo, la
sorel­la Fiorel­la e i suoi figli Alessan­dro e Alber­to.

La super­fi­cie vita­ta azien­dale è di cir­ca 12
ettari dis­tribuiti in tre comu­ni:

Baro­lo: sulle colline esposte a sud-est (sot­to­zona “COSTE DI ROSE”) e ad ovest (sot­to­zona “MONROBIOLO DI BUSSIA”) ven­gono all­e­vati i cep­pi di Neb­bi­o­lo. I vigneti han­no età vari­abile da 25 a 45 anni.

Nei ter­ri­tori a sin­is­tra del fiume Tanaro,
in pieno Roero

Magliano Alfieri:  nel 1994, sono sta­ti recu­perati 3 vigneti
impiantati a Bar­bera risalen­ti agli anni ‘40 . Da questi vec­chi cloni di
Bar­bera si ottiene la Bar­bera d’Alba Supe­ri­ore “Naun­da”. 

Castel­li­nal­do: nel
1994, sul­la col­li­na “Cen­ci­u­rio”, che da il nome all’azienda, in pendii sab­biosi
esposti ad est venne mes­so a dimo­ra l’Arneis, vit­ig­no principe del Roero.

Da sem­pre l’azienda è impeg­na­ta per la
riduzione dell’uso di sostanze chimiche di sin­te­si nei vigneti, man­te­nen­do vive
le buone pratiche agri­cole app­rese dai gen­i­tori e dai non­ni.  I vit­ig­ni colti­vati sono:

NEBBIOLO, ARNEIS, BARBERA, DOLCETTO,
FREISA, BRACHETTO DEL ROERO, PINOT NERO, CHARDONNAY, CABERNET SAUVIGNON e
RIESLING.

I Vini più
rap­p­re­sen­ta­tivi del­la can­ti­na:

Brut Meto­do Mar­tinot­ti  50%
Arneis – 25% Ries­ling e 25% Chardon­nay – Pri­ma fer­men­tazione in acciaio,
pre­ma di spuma in auto­clave (meto­do Mar­tinot­ti lun­go).

Roero Arneis  DOCG  100% Arneis –  Vigneti ubi­cati nel comune di Castel­li­nal­do,
regione “Bric Cen­ci­u­rio” con suoli carat­ter­iz­za­ti  da stra­to argilloso pre­sente ad una pro­fon­dità
piut­tosto ele­va­ta; cir­ca 3 — 4 metri men­tre la parte super­fi­ciale ric­ca di
for­mazioni cal­careo-sil­icee carat­ter­iz­za un ter­reno sci­olto e ric­co di
microele­men­ti. Impianto con 5000 ceppi/ha. Resa 70–80 qli/ha. Dopo un’accurata
selezione man­uale dei grap­poli le casse di uva ven­gono con­ser­vate 0°c per 7 gg
in cel­la frig­orifera. I grap­poli ven­gono pres­sati del­i­cata­mente ed il mosto
così ottenu­to decanta per alcune ore quin­di inizia la fer­men­tazione a bas­sa
tem­per­atu­ra in bot­ti d’acciaio.Durante l’affinamento sem­pre in bot­ti d’acciaio,
ripor­ti­amo in sospen­sione le fec­ce fini per favorire impor­tan­ti ces­sioni da
parte dei lievi­ti.

Roero Arneis  DOCG “Sito dei fos­sili”  100%
Arneis –  Vigneti ubi­cati nel comune di Castel­li­nal­do,
regione “Bric Cen­ci­u­rio” con suoli carat­ter­iz­za­ti da marne bianche fine­mente
strat­ifi­cate e miste ad una frazione sab­biosa tale da con­sen­tire un otti­mo
drenag­gio dell’acqua. Impianto con 5000 ceppi/ha. Resa 60–70 qli/ha. Dopo
un’accurata selezione man­uale dei grap­poli le casse di uva ven­gono con­ser­vate
0°c per 7 gg in cel­la frig­orifera. I grap­poli ven­gono pres­sati del­i­cata­mente ed
il mosto così ottenu­to decanta per alcune ore quin­di inizia la fer­men­tazione
che si pro­trae per 40 giorni in bot­ti di rovere da 2.500 litri. L’affinamento
dura cir­ca 6 mesi, in questo peri­o­do ven­gono ese­gui­ti fre­quen­ti rimesco­la­men­ti
con lo scopo di riportare in sospen­sione lievi­ti e fec­ce fini.

Langhe Ries­ling DOC  100%
Ries­ling renano –  Vigneti ubi­cati nel
comune di Baro­lo nel­la sot­to­zona “Coste di Rose” e Castel­li­nal­do con suoli carat­ter­iz­za­ti
 da una ele­va­ta per­centuale di sab­bie,
più in pro­fon­dità, a 2 metri cir­ca le sab­bie las­ciano il pos­to a strati di
marne gialle ric­che di microele­men­ti. Impianto con 5000 ceppi/ha. Resa 55
qli/ha. Dopo un’accurata selezione man­uale dei grap­poli le casse di uva ven­gono
con­ser­vate 0°c per 7 gg in cel­la frig­orifera. Con la pres­satu­ra sof­fice viene
ottenu­to il mosto che dopo un illim­pidi­men­to sta­ti­co a bas­sa tem­per­atu­ra inizia
la fer­men­tazione in bot­ti gran­di di rovere. Durante i 6 mesi di affi­na­men­to il
vino rimane a con­tat­to con le fec­ce fini.

Bar­bera d’Alba DOC  100%
bar­bera –  Vigneti ubi­cati nel comune di Magliano
Alfieri con ter­reni di medio impas­to in alcune aree ten­deneti al sab­bioso.
Impianto con 4500 ceppi/ha. Resa 55–65 qli/ha. L’uva viene pigia­ta a poche ore
dal­la rac­col­ta la fer­men­tazione che pros­egue per 5 — 7 giorni. L’affinamento
pros­egue per 6 mesi. Per l’80% si usano bot­ti di acciaio, per il restante 20%
ven­gono uti­liz­zate bar­riques non nuove.

 Bar­bera d’Alba supe­ri­ore DOC “Nuan­da”  100%
bar­bera –  Vigneti ubi­cati nel comune di Magliano
Alfieri negli appez­za­men­ti “Nuan­da”  con
ter­reno di medio impas­to in super­fi­cie con strati di argille bianche a 1 — 2
metri di pro­fon­dità. Impianto con 5000 ceppi/ha. Resa 40 qli/ha. L’uva viene
pigia­ta a poche ore dal­la rac­col­ta la fer­men­tazione che pros­egue per 7 — 8 giorni.
il vino viene sep­a­ra­to dalle buc­ce ed è travasato in bot­ti di rovere da 225
litri per ter­minare la fer­men­tazione. Qui inizia l’affinamento che pros­egue per
12 mesi cir­ca. Pri­ma del­la com­mer­cial­iz­zazione è pre­vis­to un ulte­ri­ore peri­o­do
di affi­na­men­to in bot­tiglia..

Langhe Neb­bi­o­lo DOC  95%
neb­bi­o­lo – 5% bar­bera Vigneti ubi­cati nel comune di Baro­lo e Nov­el­lo con ter­reni
di orig­ine Tor­to­ni­ana con evi­den­ti strat­i­fi­cazioni di marne blu gialle e
grigie che regalano vini ele­gan­ti e ric­chi di pro­fu­mi. Impianto con 4000–4500
ceppi/ha. Resa 40–50 qli/ha. La fer­men­tazione e la mac­er­azione avven­gono a
tem­per­atu­ra con­trol­la­ta per 7–8 giorni in bot­ti di acciaio. Affi­na­men­to in
leg­no di dura­ta vari­abile, dai 6 agli 8 mesi. La tipolo­gia dei con­teni­tori
varia notevol­mente in base alle carat­ter­is­tiche di ogni anna­ta. È pre­vista un’ulteriore
sos­ta di alcu­ni mesi in bot­tiglia durante la quale emerge tut­ta l’eleganza di
questo vit­ig­no.

Baro­lo DOCG  100%
neb­bi­o­lo (nelle tre tipolo­gie Michet, Lampia e Rosè) Vigneti ubi­cati nel comune
di Magliano Alfieri e Baro­lo con ter­reno tipi­ca­mente argilloso con strati di
marne blu e bianche pre­sen­ti a basse pro­fon­dità. Impianto con 4300–5000
ceppi/ha. Resa 50–60 qli/ha. Dopo la pigiatu­ra, la fer­men­tazione e la
mac­er­azione pros­eguono per 15 giorni cir­ca. Il vino a breve dis­tan­za dal­la
svinatu­ra inizia i due anni di affi­na­men­to in fusti da 500 ‑700 litri e bot­ti
gran­di in rovere di Slavo­nia. L’ul­ti­mo peri­o­do di invec­chi­a­men­to prevede una
sos­ta di 6 mesi in bot­ti d’ac­ciaio e ulte­ri­ori 10 mesi in bot­tiglia.

Baro­lo DOCG “Pit­ta­tore”  100%
neb­bi­o­lo (nelle tre tipolo­gie Michet, Lampia e Rosè) Vigneti ubi­cati nel comune
di  Baro­lo con ter­reno tipi­ca­mente
argilloso con strati di marne blu e bianche pre­sen­ti a basse pro­fon­dità. Impianto
con 4000–45000 ceppi/ha. Resa 40–50 qli/ha. Dopo la pigiatu­ra, la fer­men­tazione
e la mac­er­azione pros­eguono per 15 giorni cir­ca. Il vino a breve dis­tan­za dal­la
svinatu­ra inizia i due anni di affi­na­men­to in fusti da 500 ‑700 litri e bot­ti
gran­di in rovere di Slavo­nia. L’ul­ti­mo peri­o­do di invec­chi­a­men­to prevede una
sos­ta di 6 mesi in bot­ti d’ac­ciaio e ulte­ri­ori 10 mesi in bot­tiglia.

Baro­lo DOCG “Mon­ro­bi­o­lo di Bus­sia”  100%
neb­bi­o­lo (nelle tre tipolo­gie Michet, Lampia e Rosè) Vigneti ubi­cati nel comune
di  Baro­lo, nel crù Mon­ro­bi­o­lo di Bus­sia ter­reno cal­careo di
tipo marnoso tipi­ca­mente argilloso con strati di marne blu e bianche pre­sen­ti a
basse pro­fon­dità. Impianto con 4000–45000 ceppi/ha. Resa 40–55 qli/ha. Dopo la
pigiatu­ra, la fer­men­tazione e la mac­er­azione pros­eguono per 25 – 30 giorni, affi­na­men­to
in fusti di rovere da 400 – 700 litri per 2 anni. Ulte­ri­ore affi­na­men­to in
botte di acciaio per 6 mesi pri­ma del­l’im­bot­tiglia­men­to e del suc­ces­si­vo
affi­na­men­to in bot­tiglia per ulte­ri­ori 6 mesi.

Baro­lo DOCG “Coste di Rose”  100%
neb­bi­o­lo (nelle tre tipolo­gie Michet, Lampia e Rosè) Vigneti ubi­cati nel comune
di  Baro­lo, nel­la sot­to­zona Coste di Rose. Al di sot­to di una
sot­tile zona super­fi­ciale più ric­ca di sostanze organiche, ad una pro­fon­dità di
50–100 cm si alter­nano strati di argilla blu ad altri di col­ore gri­gio (MARNE
di S. AGATA FOSSILI), in queste for­mazioni sed­i­men­ta­rie le viti affon­dano a
fat­i­ca le radi­ci per poterne trarre i microele­men­ti che andran­no poi a
carat­ter­iz­zare il vino. Impianto con 4000–45000 ceppi/ha. Resa 40–50 qli/ha. Dopo
la pigiatu­ra l’uva rimane un giorno a 5 — 7 °C, quin­di inizierà la
fer­men­tazione e mac­er­azione di  30 — 40
giorni. Il vino a breve dis­tan­za dal­la svinatu­ra inizia i 2 anni di affi­na­men­to
in bot­ti gran­di di rovere di Slavo­nia (2.500 litri). L’ultimo peri­o­do di
invec­chi­a­men­to prevede una sos­ta di 6 mesi in bot­ti d’acciaio e ulte­ri­ori 10
mesi in bot­tiglia.

Baro­lo DOCG “Coste di Rose”  100%
neb­bi­o­lo (nelle tre tipolo­gie Michet, Lampia e Rosè) Vigneti ubi­cati nel comune
di  Baro­lo, nel­la sot­to­zona Coste di Rose. Al di sot­to di una
sot­tile zona super­fi­ciale più ric­ca di sostanze organiche, ad una pro­fon­dità di
50–100 cm si alter­nano strati di argilla blu ad altri di col­ore gri­gio (MARNE
di S. AGATA FOSSILI), in queste for­mazioni sed­i­men­ta­rie le viti affon­dano a
fat­i­ca le radi­ci per poterne trarre i microele­men­ti che andran­no poi a
carat­ter­iz­zare il vino. Impianto con 4000–45000 ceppi/ha. Resa 40–50 qli/ha. Dopo
la pigiatu­ra l’uva rimane un giorno a 5 — 7 °C, quin­di inizierà la
fer­men­tazione e mac­er­azione di  30 — 40
giorni. Il vino a breve dis­tan­za dal­la svinatu­ra inizia i 2 anni di affi­na­men­to
in bot­ti gran­di di rovere di Slavo­nia (2.500 litri). L’ultimo peri­o­do di
invec­chi­a­men­to prevede una sos­ta di 6 mesi in bot­ti d’acciaio e ulte­ri­ori 24
mesi in bot­tiglia. Ques­ta ris­er­va
del vigne­to Coste di Rose viene prodot­ta solo nelle annate in cui i grap­poli
mat­u­ra­no in eccezion­ali con­dizioni cli­matiche

Azien­da:  Az. Ag. Bric Cen­ci­u­rio

Ind­i­riz­zo:
via Roma, 24 – 12060 Baro­lo
(Cn)

Tele­fono:  0173 56317

e‑mail:  info@briccocenciurio.com

Sito web:  www.
briccocenciurio.com

Pro­pri­etario:    Sac­chet­to Pit­ta­tore Fiorel­la

Super­fi­cie
colti­va­ta a vigne­to:   12 ettari

+Correlati
+Info

Pubblicato: 24 Maggio 2019

Autore:

Categoria: Azienda, Italia Settentrionale, Piemonte, Provincia di Cuneo

Tags: , , ,

+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti