Azienda Agricola Guccione

Home  /  Azienda  /  Pagina Corrente
×Dettagli

L’azienda Francesco Guccione si trova, all’inizio della valle del Belice, tra San Cipirello e Piana degli Albanesi, nel comune di Monreale a 500 metri sul livello del mare. In totale quasi 10 ettari di cui 6 Ha a vigna ereditati da sua nonna. Francesco cura personalmente le vigne, certificate Bio, ma dal 2005 inizia ad applicare i principi dell’agricoltura biodinamica, il sistema che più rispecchia la sua persona.
Le vigne in contrada Cerasa, a 480 s.l.m. , con terreno medio argilloso di colore bruno, sono condotte con l’ausilio dei due preparati 500 (corno letame) e 501 (corno silice); l’integrità del terreno viene mantenuta grazie ad un sovescio naturale di essenze ed erbe spontanee per tutto il periodo invernale. Con la primavera inizia la trinciatura, eseguita in più passaggi per stimolare le erbe a vegetare di più e quindi viene smossa la terra, senza arare, per favorire l’ossigenazione del sottosuolo.
I vitigni coltivati Trebbiano, Catarratto, Perricone sono autoctoni della valle del Belice, il Nerello Mascalese è originario della zona dell’Etna ma che già il bisnonno di Francesco vinificava con il Perricone.
In cantina, in assoluta coerenza con le scelte agronomiche, vinificazioni senza aggiunta di lieviti selezionati, senza traccia di chimica e senza l’uso di tecnologie meccaniche che andrebbero a stravolgere la natura “artigiana” del vino prodotto. Nessuna chiarifica né filtrazioni sterili. In fase di imbottigliamento aggiunta di pochissima solforosa che rimane ben al di sotto dei limiti fissati dai disciplinari bio e biodinamici, per ottenere un prodotto sano e genuino che rispetti il territorio, la sua naturale espressione, il lavoro del vignaiolo e soprattutto il consumatore.
L’areale rientra nella DOC Monreale Francesco ha scelto di entrare a far parte de la Renaissance des Appellationes, associazione nata in Francia che raggruppa produttori biodinamici, così i vini sono “semplici” vini da tavola (cioè senza denominazione d’origine) e nonostante ciò sempre più tenuti in considerazione come modello di espressione del Terroir d’origine.

I Vini più rappresentativi della cantina:

T – 100% trebbiano – Il trebbiano viene spesso associato all’Abruzzo o alla Toscana viene coltivato a Cerasa dal 1400. Anno d’impianto 1987; 1100 ceppi/ha; 45 q.li/ha. Uve raccolte a mano in casette da 20kg nella seconda metà di settembre. Fermentazione su lieviti naturali in tini di legno grandi e vasche in acciaio con affinamento successivo negli stessi contenitori. Vol. 14%. Bottiglie 8000

C – 100% catarratto – Anno d’impianto 2005; 4000 ceppi/ha; 45 q.li/ha. Uve raccolte a mano in casette da 20kg nella seconda metà di settembre. Fermentazione su lieviti naturali in tini di legno grandi con affinamento successivo negli stessi contenitori. Vol. 14%. Bottiglie 3000

BC Bianco di Cerasa – 50% trebbiano 50% catarratto – Anno d’impianto 1987 (trebbiano) 2005 (catarratto); 1100 ceppi/ha(t) 4000 ceppi/ha(c); 45 q.li/ha. Uve raccolte a mano in casette da 20kg nella seconda metà di settembre. Fermentazione su lieviti naturali in tini di legno grandi e vasche in acciaio con affinamento successivo negli stessi contenitori. Vol. 13,5%. Bottiglie 3000

1213 – 50% trebbiano 2102, 50% trebbiano 2013 – Anno d’impianto 1987; 1100 ceppi/ha; 45 q.li/ha. Uve raccolte a mano in casette da 20kg nella seconda metà di settembre. Cuvèe di trebbiano 2012 e 2013. Fermentazione su lieviti naturali in vasche in acciaio con affinamento successivo negli stessi contenitori. Vol. 13,5%. Bottiglie 8000

P – 100% perricone – Anno d’impianto 2005; 4000 ceppi/ha; 45 q.li/ha. Uve raccolte a mano in casette da 20kg nella seconda metà di settembre. Fermentazione su lieviti naturali in tini di legno grandi con affinamento successivo negli stessi contenitori. Vol. 12,5%. Bottiglie 3000

NM – 100% nerello mascalese – Anno d’impianto 2005; 4000 ceppi/ha; 45 q.li/ha. Uve raccolte a mano in casette da 20kg nella seconda metà di settembre. Fermentazione su lieviti naturali in tini di legno grandi con affinamento successivo negli stessi contenitori. Vol. 14,5%. Bottiglie 3000

RC –Rosso di Cerasa – 50% perricone, 50% nerello mascalese – Anno d’impianto 2005; 4000 ceppi/ha; 45 q.li/ha. Uve raccolte a mano in casette da 20kg nella seconda metà di settembre. Fermentazione su lieviti naturali in tini di legno grandi e vasche in acciaio con affinamento successivo negli stessi contenitori. Vol. 14%. Bottiglie 1000

V –Machado – 50% trebbiano 25% perricone, 25% nerello mascalese – Anno d’impianto 1987(t) 2005(p,nm); 1100 ceppi/ha (t), 4000 ceppi/ha(p,nm); 45 q.li/ha. Uve raccolte a mano in casette da 20kg nella seconda metà di settembre. Fermentazione su lieviti naturali in vasche in acciaio con affinamento successivo in tonneaux. Vol. 14,5%. Bottiglie 1000. Nasce come un vino da festa, da compagnia e facile da bere.

Azienda: Azienda Agricola Guccione
Indirizzo: Corso Trieste, 46 – 90040 San Cipirello (Pa)
Telefono: 3472993492
e-mail: infocantinaguccione@gmail.com
Sito web: www.francescoguccione.com
Certificazioni: biologica – Conduzione con i criteri dell’agricoltura sinergica
Proprietario: Francesco Guccione
Superficie coltivata a vigneto: 6 ettari

+Gallery
+Info
+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti