Azienda Marramiero

Home  /  Abruzzo  /  Pagina Corrente
×Dettagli
 
La famiglia Mar­ramiero all­e­va la vite fin dal­l’inizio del sec­o­lo scor­so. Dopo un’accurata selezione dei cep­pi esisten­ti, nel cor­so degli anni Ses­san­ta e Set­tan­ta, ven­gono impiantati nuovi vigneti per ampli­are la pro­duzione. Prende il via un per­cor­so di cresci­ta che reg­is­tra un’altra impor­tante tap­pa agli inizi degli anni Novan­ta quan­do Dante Mar­ramiero, rein­ter­pre­tan­do in chi­ave mod­er­na la sec­o­lare tradizione con­tad­i­na del­la pro­pria ter­ra, fon­da l’attuale can­ti­na. Una grande ered­ità che oggi è sapi­en­te­mente por­ta­ta avan­ti dal figlio Enri­co, gra­zie alla col­lab­o­razione del­l’enol­o­go Romeo Tarabor­rel­li e del respon­s­abile Anto­nio Chi­avaroli che ne han­no con­di­vi­so val­ori ed obi­et­tivi. Affas­ci­na­to da un pae­sag­gio che pas­sa in rap­i­da suc­ces­sione dalle vette del Gran Sas­so alle mor­bide colline del­la Masse­ria Sant’Andrea fino ad arrivare al mare, Dante Mar­ramiero, capisce ben presto che la pro­pria azien­da viti­co­la pote­va crescere e val­oriz­zarsi solo qui, nel­la ter­ra appartenu­ta alla sua famiglia mater­na. Accom­pa­g­na­to da una fer­rea volon­tà e guida­to dal costante deside­rio di miglio­rare, Dante Mar­ramiero dà vita al suo prog­et­to di lavo­razione delle uve, di invec­chi­a­men­to ed imbot­tiglia­men­to del vino. L’eredità più impor­tante l’ha las­ci­a­ta trasmet­ten­do i suoi val­ori e la sua pas­sione ad un grup­po di gio­vani ed ai suoi figli che ne han­no con­di­vi­so la volon­tà gli ide­ali ed han­no trasfor­ma­to il suo sog­no in realtà. “Vi invi­to a non tradire mai il Lavoro, ma, da qualunque parte esso ven­ga, a desider­ar­lo ed amar­lo, per­ché in esso si tro­va, e se si perde si ritro­va, Fidu­cia, Seren­ità e Benessere”. In ques­ta frase è rac­chiu­so lo spir­i­to di un uomo che ha saputo fare del lavoro la sua filosofia di vita. Una filosofia che trae le pro­prie radi­ci dal mon­do agri­co­lo nel quale Dante Mar­ramiero è nato e dal quale non si è mai stac­ca­to. Ad ispi­rare il suo oper­are sono sem­pre sta­ti, da una parte i sani prin­cipi mutuati dal­la realtà con­tad­i­na, come la gen­erosità, la cor­ret­tez­za, la lealtà, il rispet­to e il “val­ore del­la paro­la”, dall’altra una costante curiosità e ricer­ca di tut­to ciò che la tec­nolo­gia è sta­ta capace di offrire all’uomo per agevolare e miglio­rare  il suo lavoro. La sua per­son­al­ità, forte ed avvin­cente, ha per­me­ato le sue aziende, con­ta­gia­to i suoi col­lab­o­ra­tori, arric­chi­to ciò che dalle aziende nasce e si pro­duce: il vino, la vite.
 
LE MASSERIE
 
La qual­ità di un vino dipende soprat­tut­to da ciò che la natu­ra riesce a donare alle uve. Per questo l’Azienda Mar­ramiero nutre le sue piante solo con prodot­ti nat­u­rali, tramite la colti­vazione sot­to il vigne­to e il sovescio di piante legu­mi­nose ric­che di sostanze nutri­tive. In questo modo le viti trovano un nat­u­rale equi­lib­rio con l’ambiente cir­costante, riducen­do al min­i­mo l’aggiunta di trat­ta­men­ti. Mas­si­ma atten­zione viene ris­er­va­ta a tutte le fasi del­la lavo­razione, dal­la rac­col­ta fino all’imbottigliamento per preser­vare tut­ta la fres­chez­za e la gen­uinità delle uve, ed esaltare le carat­ter­is­tiche di cias­cun prodot­to.
 
SANT’ANDREA — Ros­ciano
 
E’ sta­ta la pri­ma super­fi­cie vita­ta. I suoi impianti risal­go­no  all’inizio dell’900 e rap­p­re­sen­tano  il vero pat­ri­mo­nio stori­co cul­tur­ale dell’azienda dalle quali proven­gono tutte le nuove bar­batelle uti­liz­zate per i nuovi impianti riprodot­ti in col­lab­o­razione con noti vivaisti ital­iani. La masse­ria Sant’Andrea si estende a 280 m sul liv­el­lo del mare per cir­ca 50 ettari, di cui 30 vitati. In quest’area i vigneti ricevono dal­la ter­ra un nutri­men­to sopraf­fi­no gra­zie alla pre­sen­za di tufo e all’impasto preva­len­te­mente argilloso del ter­reno. E’ “ridut­ti­vo” però dire soltan­to che siamo di fronte a ter­reni uni­ci, bisogna vistare l’azienda incor­ni­ci­a­ta dai mas­s­ic­ci del­la Maiel­la e del Gran Sas­so a Ovest e dal Mar Adri­ati­co ad Est,  e ass­apo­rare così gli odori i sapori deter­mi­nati da questo fan­tas­ti­co micro­cli­ma, che ci per­me­tte di pro­durre vini che in questi anni han­no seg­na­to la stra­da dell’Azienda Mar­ramiero incon­tran­do e con­qui­s­tan­do il gus­to del con­suma­tore nel mon­do. Nei 30 ettari, dove sono già iniziate le rotazioni, sono colti­vati 24 ettari di Mon­tepul­ciano, 2 ha cir­ca di Chardon­nay in zona Pun­ta di colle, 2 ha cir­ca di Pinot Nero per la nos­tra base spumante e 1 ettaro  sper­i­men­tale con 50 vit­ig­ni diver­si tra autoc­toni ed inter­nazionale a con­fer­ma che la ricer­ca “con­tin­ua”.
 
MILANO — Ros­ciano
 
Masse­ria Milano, sita nel Comune di Ros­ciano, si estende per cir­ca 27 ettari. 21 ha sono vitati, 15 a Mon­tepul­ciano e 6 a Pecori­no, su 1 ettaro cir­ca , attiguo ai vigneti, vi è un olive­to con le vari­età Mau­ri­no, Fran­toio, Itrana e Lec­cio del Corno, i restanti 5 ettari sono a bosco. Il ter­reno per la sua composizione,esposizione e giac­i­tu­ra, è alta­mente voca­to alla colti­vazione del­la vite e dell’olivo. Al cen­tro del vigne­to dom­i­na un anti­co casale del sec­o­lo scor­so, intera­mente ristrut­tura­to come in orig­ine, ris­er­va­to a sala degus­tazione ed even­ti con­vivi­ali.
 
TRATTURO — Ros­ciano
 
Questo sito insieme alla Masse­ria Sant’Andrea rap­p­re­sen­ta le radi­ci storiche del­la famiglia Mar­ramiero. Il ter­reno è carat­ter­iz­za­to oltre che dal­la sua com­po­sizione anche da un’esposizione a 360° e da una giac­i­tu­ra pianeg­giante a cir­ca 200 mt. s.m. dove si cre­ano par­ti­co­lari con­dizioni di areazione  favorevoli  alla colti­vazione del­la vite e dell’olivo e sul quale abbi­amo impianta­to 3 ettari  di vite Treb­biano e  700 alberi di oli­vo. 
 
AMARELLO — Ofe­na
 
Nel­la piana conosci­u­ta come il “forno d’Abruzzo” per le alte tem­per­a­ture che si rag­giun­gono nel peri­o­do esti­vo, si crea un micro­cli­ma par­ti­co­lare con for­ti escur­sioni ter­miche tra la notte e il giorno.
Il ter­reno, com­ple­ta­mente diver­so da quel­li più vici­ni alla cos­ta dei “tra­boc­chi” di Gabriele d’Annunzio, è carat­ter­iz­za­to dal­la pre­sen­za di ciotoli che in mil­ioni di anni si sono sgre­to­lati dalle roc­ce cir­costan­ti cre­an­do un ter­reno molto drenante e ari­do  dove la vite deve svilup­pare le sue radi­ci in pro­fon­dità alla ricer­ca di acqua e nutri­men­to. In questo sito sono sta­ti impiantati 6 ettari a Mon­tepul­ciano, Treb­biano, Pecori­no e Pinot Nero.
 
LA CANTINA
 
L’attenzione e la cura per i det­tagli pros­egue anche in can­ti­na, dove al rispet­to del­la tradizione si accom­pa­g­nano le più mod­erne tec­niche eno­logiche: dal­la vinifi­cazione su buc­ce in tini di leg­no a quel­la in vini­fi­ca­tori in acciaio, dal con­trol­lo elet­tron­i­co del­la fer­men­tazione al sis­tema ad hoc cre­ato per un otti­male accat­a­sta­men­to delle bot­ti. I vini del­l’Azien­da seguono ognuno un loro per­cor­so, rispet­tan­do i tem­pi det­tati dal­la natu­ra, siano essi affi­nati in acciaio o in tini o in bar­riques di leg­no spac­ca­to, nel rispet­to delle nat­u­rali vena­ture del mate­ri­ale che garan­tis­cono una mag­giore tenu­ta, real­iz­zate in pre­gia­to rovere per favorire l’evoluzione otti­male, pri­ma di arrivare all’affinamento finale in bot­tiglia.
 
I CLASSICI
 
La lin­ea clas­si­ca Da.Ma trae il nome da  Dante Mar­ramiero, di cui è l’acronimo.  Alle ver­sioni tradizion­ali: Mon­tepul­ciano, Treb­biano e Cera­suo­lo è sta­to affi­an­ca­to il Pecori­no 60 pas­si. Quat­tro vit­ig­ni autoc­toni che rac­chi­udono i pro­fu­mi, i col­ori e i sapori del­la ter­ra d’Abruzzo.
 
LE SELEZIONI
 
Nelle selezioni si dis­tin­guono la lin­ea dei vini affi­nati in acciaio: Incan­to – Mon­tepul­ciano; Ani­ma – Treb­biano; Mar­ramiero Pecori­no – Pecori­no; quel­li affi­nati in bar­riques: Inferi- Mon­tepul­ciano; Altare- Treb­biano; Pun­ta di Colle – Chardon­nay ed i spuman­ti meto­do clas­si­co: Mar­ramiero Brut e Mar­ramiero Rosè. 
 
LE RISERVE NUMERATE
 
Nelle ris­erve si pos­sono trovare le pro­duzioni dove si è cer­ca­to di portare l’eccellenza a liv­el­li asso­lu­ti. Sono vini  che ven­gono prodot­ti solo in par­ti­co­lari anni, quel­li in cui la vigna esprime la mas­si­ma qual­ità. Da tale filosofia nasce il Dante Mar­ramiero Mon­tepul­ciano che esce dal­la can­ti­na dopo ben 10 anni (attual­mente in com­mer­cio ci sono solo le annate 1998,1999, 2001 e 2003) e la Grap­pa Mar­ramiero affi­na­ta dal mae­stro Gob­et­ti.
 
LE SPECIALITA’
 
L’Azien­da Mar­ramiero pro­duce anche olio in con­tra­da Trat­tura e la grap­pa Dante Mar­ramiero.
 
Azien­da Mar­ramiero S.r.l.
Con­tra­da San­t’An­drea, 1
65010 Ros­ciano (PE) — Italia
Tel.: +39 085 8505766 — Fax: +39 085 8505318
E‑mail: info@marramiero.it
PEC: azienda.marramiero@pec.it

IL NEGOZIO
Orario di aper­tu­ra:

Lun-Ven: 09.00 — 13.00 / 14.30 — 18.30
Saba­to: 09.00 — 13.00 / pomerig­gio chiu­so

 
 
Sul blog youwinemagazine abbi­amo recen­si­to uno dei vini di pun­ta del­l’Azien­da abruzzese, l’Altare del­l’an­na­ta 2015 che fa parte del­la lin­ea “Selezioni”.
+Gallery
+Correlati
+Info
+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti