Azienda Vitivinicola Le Strie

Home  /  Azienda  /  Pagina Corrente
×Dettagli

L’azienda, pic­col­is­si­ma realtà di viti­coltori arti­giani (Luciana, Marisa, Pao­lo e Ste­fano), ha la sede a Teglio, Frazione S. Ger­va­sio 13/A, nel cuore del­la Val­tel­li­na, la can­ti­na, invece, si tro­va a Ponte in Val­tel­li­na in via S. Ignazio. I vigneti, meno di due ettari su vigneti ter­raz­za­ti ad alti­tu­di­ni vari­abili tra i 400 e i 600 metri s.l.m., nei comu­ni di Teglio (sot­to­zona Val­gel­la), Cas­tione Ande­ven­no e Son­drio (sot­to­zona Sas­sel­la).  Ter­reni sab­biosi, con alta pre­sen­za di scheletro, ten­den­zial­mente aci­di e poco pro­fon­di, espo­sizioni a sud, pre­cip­i­tazioni mod­este e uni­for­mi nel cor­so dell’anno, for­ti escur­sioni ter­miche in autun­no. Queste le con­dizioni gra­zie alle quali, da ques­ta specie a mat­u­razione tar­di­va, si pos­sono ottenere vini dai pro­fu­mi ele­gan­ti e di acid­ità sostenu­ta.

Sicu­ra­mente siamo in pre­sen­za di una con­duzione
“eroica”, tan­to che le oper­azioni in vigna ven­gono effet­tuate man­ual­mente. Alla
rac­col­ta le uve ven­gono trasportate a spal­la fino a valle (in alcu­ni casi in eli­cot­tero)
lun­go sen­tieri nei quali spes­so si deve far ricor­so a scalette per ovviare ai
trat­ti più ripi­di.

Il 95% del­la pro­duzione è cos­ti­tui­ta dal
Neb­bi­o­lo, local­mente chiam­a­to Chi­aven­nasca; il resto da vit­ig­ni minori:
Rosso­la, Pig­no­la e Brug­no­la. Le pro­duzioni di uva sono, in media, di cir­ca
60–65 quin­tali per ettaro: molto infe­ri­ore a quan­to prevede il dis­ci­pli­nare.

La mag­gior parte delle uve vini­fi­cate è di pro­duzione
pro­pria e solo una pic­co­la parte viene acquis­ta­ta. 

I Vini più rap­p­re­sen­ta­tivi del­la can­ti­na:

“Sas­sifra­ga” Alpi Retiche Neb­bi­o­lo IGT – 95% Neb­bi­o­lo, 5% Rosso­la, Pig­no­la e Brug­no­la –
uve rac­colte a fine di otto­bre in cas­sette di
cir­ca 20 kg Fer­men­tazione in vas­ca di acciaio inox, sulle buc­ce per 7 giorni e
suc­ces­si­va svinatu­ra e pros­egui­men­to del­la fer­men­tazione fino a com­ple­to
esauri­men­to degli zuc­cheri. Nel cor­so del­la fer­men­tazione tumul­tu­osa sono sta­ti
ese­gui­ti tre oper­azioni di delestage, per favorire l’estrazione del col­ore e
dei com­po­nen­ti aro­mati­ci delle buc­ce; si è inoltre approf­itta­to di queste
oper­azioni per allon­tanare gran parte dei vinac­ci­oli, al fine di evitare
un’eccessiva ces­sione di tan­ni­ni al vino. Affi­na­men­to 7 mesi in acciaio inox ed
ulte­ri­ori quat­tro in bot­tiglia.

“Le Strie” Val­tel­li­na Supe­ri­ore DOCG – 95% Neb­bi­o­lo, 5% Rosso­la, Pig­no­la e Brug­no­la — le uve proven­gono dai comu­ni
di Cas­tione Ande­ven­no e Son­drio (Sas­sel­la) e dal
comune di Teglio (Val­gel­la).

I grap­poli dei vigneti del­la Sas­sel­la sono
sta­ti rac­colti in cas­sette da cir­ca 25 kg nei giorni 15–16 otto­bre, fer­men­tazione,
in assen­za di raspi, in vas­ca di acciaio inox, con per­ma­nen­za sulle buc­ce per
10 giorni e suc­ces­si­va svinatu­ra e pros­egui­men­to fino a com­ple­to esauri­men­to
degli zuc­cheri.

Le uve prove­ni­en­ti dal­la sot­to­zona Val­gel­la
sono state vendem­mi­ante una set­ti­mana pri­ma in cas­sette da 4 kg e sot­to­posti ad
un parziale appas­si­men­to per qua­si un mese. Fer­men­tazione in assen­za dei raspi,
con una   per­ma­nen­za sulle buc­ce di 12 giorni. I due
vini sono sta­ti quin­di uni­ti e posti a mat­u­rare per 18 mesi in bot­ti di rovere
di media capac­ità; il peri­o­do di invec­chi­a­men­to è sta­to suc­ces­si­va­mente
com­ple­ta­to con la per­ma­nen­za per altri 6 mesi in ser­ba­toi di acciaio inox e con
ulte­ri­ori nove mesi di affi­na­men­to in bot­tiglia.

Sforza­to di Val­tel­li­na DOCG – 100% Neb­bi­o­lo — Uve per il 20% dai comu­ni di Cas­tione Ande­ven­no e Son­drio (Sas­sel­la) e per l’80% dal comune di Teglio (Val­gel­la).  Rac­col­ta inizio otto­bre in cas­sette da cir­ca 4 kg e appas­si­men­to nat­u­rale in frut­taio fino all’inizio di gen­naio. Pigiatu­ra, sen­za raspo e fer­men­tazione in acciaio, con per­ma­nen­za sulle buc­ce per 20 giorni, con tre oper­azioni di delestage. Dopo la svinatu­ra la fer­men­tazione alcol­i­ca è sta­ta fat­ta pros­eguire fino a com­ple­to esauri­men­to degli zuc­cheri ed è sta­ta imme­di­ata­mente segui­ta dal­la fer­men­tazione mal­o­lat­ti­ca, al ter­mine del­la quale il vino è sta­to pos­to a mat­u­rare per più di 24 mesi in una botte di rovere di media capac­ità. Il peri­o­do di per­ma­nen­za in can­ti­na è sta­to suc­ces­si­va­mente com­ple­ta­to con ulte­ri­ori cinque mesi di affi­na­men­to in bot­tiglia.

Azien­da:
Azien­da vitivini­co­la Le Strie

Sede Azien­dale: via
San Ger­va­sio, 13/a — 23036 Teglio

Can­ti­na: Via
San­t’Ig­nazio, 23026 Ponte In Val­tel­li­na SO

Tele­fono:  +39
3351273509 +39 3402935760

e‑mail:  info@lestrie.it

Sito web:  www.lestrie.it

Super­fi­cie colti­va­ta a vigne­to:   1.8 ettari

+Info

Pubblicato: 11 Febbraio 2020

Autore:

Categoria: Azienda, Italia Settentrionale, Lombardia, Vini Rossi

+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti