Cantina Sergio Mottura

Home  /  Lazio  /  Pagina Corrente
×Dettagli

10340069_515728791903902_4675482702969375477_n

La tenu­ta Mot­tura si estende su 130 ettari in un ter­ri­to­rio ric­co di risorse nat­u­rali, fra i calanchi argillosi di Civitel­la d’Agliano e la valle del Tevere.

Ques­ta zona, indenne da inse­di­a­men­ti urbani ed indus­tri­ali, offre anco­ra oggi panora­mi sel­vag­gi, pun­teggiati da boschi, laghi e tor­ren­ti in uno sce­nario di natu­ra intat­ta, nonos­tante la vic­i­nan­za di gran­di cit­tà come Roma e Firen­ze.

La tenu­ta appar­tiene dal 1933 alla famiglia Mot­tura che ha volu­to sal­va­guardarne il ric­co pat­ri­mo­nio nat­u­ral­is­ti­co. Negli anni Ses­san­ta iniz­iò la mod­ern­iz­zazione del­l’azien­da: dal­la con­duzione a mez­zadria si passò a quel­la diret­ta e si iniz­iò a ricer­care un uti­liz­zo otti­male dei ter­reni dove la vite ha il pro­prio habi­tat.

La vocazione vini­co­la di questi col­li era nota sin dal 1292, quan­do sui reg­istri del cat­a­sto di Orvi­eto ques­ta era defini­ta fra le zone elette per la pro­duzione del vino omon­i­mo.

I vigneti, vec­chi di molte gen­er­azioni, era­no impo­sta­ti col sis­tema Etr­usco con le viti “mar­i­tate” a piante d’al­to fus­to che le sostenevano.

Nel rin­no­va­men­to del­l’azien­da i vec­chi impianti ven­nero grad­ual­mente sos­ti­tu­iti da vigneti spe­cial­iz­za­ti, uti­liz­zan­do strut­ture e cri­teri mod­erni, sem­pre nel rispet­to del­l’am­bi­ente, fino a coprire gli attuali 36 ettari vitati, men­tre ogni anno nuovi impianti garan­tis­cono la con­ti­nu­ità del liv­el­lo qual­i­ta­ti­vo rag­giun­to.

Nel­lo scegliere le vari­età da impiantare, sono state priv­i­le­giate quelle indi­gene, da sem­pre pre­sen­ti nel­la zona, selezio­nan­done i cloni dalle carat­ter­is­tiche più adat­te alla vinifi­cazione. La lun­ga colti­vazione nel­lo stes­so ambi­ente ha prodot­to una selezione nat­u­rale delle specie che meglio si difendono dagli agen­ti pato­geni locali, per­me­t­ten­do una migliore ges­tione ell’al­l­e­va­men­to bio­logi­co.

I vigneti sono colti­vati sec­on­do le nor­ma­tive del­l’As­so­ci­azione Ital­iana per l’A­gri­coltura Bio­log­i­ca in con­for­mità al rego­la­men­to bio­logi­co CE 2092/91 ed abbi­amo scel­to l’istrice come nos­tro sim­bo­lo per­ché quest’an­i­male, timi­do e dai gusti del­i­cati, vive esclu­si­va­mente in luoghi dove viene rispet­ta­to l’e­qui­lib­rio eco­logi­co.

Azien­da: Can­ti­na Mot­tura Ser­gio

Ind­i­riz­zo: Loc. Pog­gio del­la Cos­ta, 1 Civitel­la d’Agliano

Tele­fono: 0761.914533

Fax: 0761.1810100

E‑mail: vini@motturasergio.it

Sito web: www.motturasergio.it

Cer­ti­fi­cazioni: Bio­log­i­ca

Pro­pri­etario: Ser­gio Mot­tura

Super­fi­cie colti­va­ta a vigne­to: 36 ettari

Prodot­ti: Vini DOC e IGT

I Vini più rap­p­re­sen­ta­tivi del­la can­ti­na:

Latour a Civitel­la – grechet­to 100% fer­men­tazione in acciaio e mat­u­razione nelle bar­riques di Louis Latour. E’ il prodot­to di pun­ta

Pog­gio del­la Cos­ta – grechet­to 100% fer­men­tazione e mat­u­razione in acciaio

Orvi­eto Vigna Tragug­nano — pro­cani­co 40%, verdel­lo 30%, grechet­to 30%

Civitel­la Rosso d’Agliano — mer­lot 80% e mon­tepul­ciano d’Abruzzo 20%

Magone — pinot nero 100% Lun­ga mac­er­azione sulle buc­ce in acciaio, fine fer­men­tazione alcol­i­ca in leg­no. Mat­u­razione in carati di rovere per dod­i­ci mesi. Affi­na­men­to In bot­tiglia per sei mesi.

Muf­fo – Grechet­to pas­si­to — dod­i­ci mesi di mat­u­razione in bar­rique e almeno sei mesi di affi­na­men­to in bot­tiglia.

Ser­gio Mot­tura Brut — chardon­nay 100% meto­do clas­si­co

+Gallery
+Info
+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti