Cantine Aperte in Vendemmia

Home  /  Blog  /  Pagina Corrente
×Dettagli

A settembre Cantine Aperte in Vendemmia del Movimento Turismo del Vino

Sorbi Raffaello, La festa delle vendemmia, 1893

Ritorna il consueto appuntamento di settembre con Cantine Aperte in Vendemmia. A settembre il profumo delle uve e del mosto accoglie gli enoappassionati nelle cantine del Movimento Turismo del Vino

 

Il mese di Settembre apre le porte ad una delle attività economiche e culturali più importanti della nostra cultura territoriale: la Vendemmia.

Nella storia contadina e vitivinicola il rito della vendemmia ha sempre rappresentato, e lo è ancora oggi, il momento in cui il lavoro, ma anche la creatività e l’ingegno, producono finalmente i propri frutti. La storia della vite, dell’uva e del vino si è sempre intrecciata con quella del cibo e delle feste.

Il valore storico ed antropologico della vendemmia risale a tempi molto antichi e si è tramandato da generazione in generazione attraverso metodiche di lavoro agricolo (organizzazione della “ciurma”), rituali religiosi (preghiere iniziali e finali) e tradizioni contadine (abitudini culinarie, ruolo delle donne), oltre che per l’importanza dei suoi aspetti culturali e tradizionali che la caratterizzavano come evento annuale di lavoro e condivisione sociale nel nostro territorio.

La vendemmia è la raccolta delle uve e si esegue quando il contenuto zuccherino degli acini è in quantità tale da permettere di ricavarne un vino con un determinato grado alcolico.

Tuttavia la scelta del momento più opportuno per la raccolta dei grappoli non dipende solo dalla percentuale di zuccheri nell’uva, ma piuttosto dall’equilibrio tra la quantità di zuccheri e quella degli acidi. Il rapporto tra le due quantità è chiamato indice di maturazione. Ad esempio nel periodo di agosto e settembre si raccolgono le uve a maturazione precoce, le uve per lo spumante secco e quello per produzioni di certi vini speciali, settembre e ottobre è il periodo in cui si vendemmia la maggioranza delle uve ed infine ottobre, novembre e a volte dicembre le uve a maturazione tardiva e quelle che si lasciano appassire sulla pianta per produrre certi vini passiti.

Quella di quest’anno, a causa di quella che si può definire l’estate più “piovosa” dagli anni Sessanta, sarà una vendemmia difficile e molto probabilmente più contenuta dello scorso anno che con oltre 49 milioni di ettolitri è stato particolarmente ricco. Si spera molto in un settembre con molte giornate di sole ma in sintesi le stime della Coldiretti sono per una vendemmia 2014 con meno vino, ma più buono.

In Italia si è iniziato con le uve pinot e chardonnay in un percorso che – precisa la Coldiretti – proseguirà a settembre ed ottobre con la raccolta delle grandi uve rosse autoctone Sangiovese, Montepulciano, Nebbiolo e che si concluderà quest’anno addirittura a novembre con le uve di Aglianico e Nebbiolo.

Pompei: vendemmia aperta al pubblico negli scaviQuesto è il momento in cui le aziende si animano del lavoro incessante in vigna e della selezione dei grappoli migliori, un periodo suggestivo per visitare i vigneti, partecipare insieme ai vignaioli alla raccolta dell’uva e alle prime fasi di lavorazione, degustare ottimi vini, stare all’aria aperta e festeggiare con la propria famiglia l’arrivo della vendemmia!

Per accogliere al meglio gli appassionati, le aziende organizzano eventi speciali come mostre d’arte, spettacoli, concerti e molto altro. Trattasi di un evento che, data la specificità di epoche di raccolta diverse fra regioni e regioni, zone e zone, dà modo di organizzare un calendario più lungo per una fruizione turistica che consente, perché no, di andare anche in regioni diverse ma fate attenzione alla data scelta dalla singola cantina! Un consiglio…fate una telefonata prima della vostra visita così potete ricevere consigli e proposte su misura.

Ecco alcune delle cantine partecipanti

In Puglia l’appuntamento è a domenica 14 settembre in 11 cantine. Gli enoappassionati potranno come sempre scegliere fra diversi territori: in Daunia sarà aperta per l’occasione cantine Teanum a San Severo; nella zona di Castel del Monte, ad Andria da non perdere una sosta da Rivera e alla Cantina di Andria, a Corato (Ba) da Torrevento e a Trani da Villa Schinosa. Nel territorio della Magna Grecia accoglieranno i winelovers Produttori Vini Manduria a Manduria (Ta), Trullo di Pezza a Torricella (Ta) e Tenute Eméra a Lizzano (Ta) Nel Salento, infine, Due Palme a Cellino San Marco (Br), Cantina Moros a Guagnano (Le) e Leone de Castris a Salice Salentino (Le).

Mentre in Veneto il programma in via di definizione è il seguente:

7 settembre 2014 dalle 15.00 alle 19.00 Festa della Vendemmia da Salvan – Vigne Del Pigozzo, Due Carrare (PD)

14 settembre 2014 “Cantine aperte in Vendemmia REVIVAL… un tuffo nel passato attraverso una tinozza d’uva”, Giovanni EderleViticoltore in San Mattia, Verona

20 settembre 
”Autunno in Villa Onesti”, Az. Agr FIORAVANTI ONESTI a San Biagio di Callalta TV

21 settembre 
”Cantine Aperte in Vendemmia” Tenute Tomasella, Mansuè TV

In Lombardia la vendemmia si fa in quattro, come le quattro domeniche dedicate all’evento (7, 14 21 e 28 settembre) con la novità delle “Cantine Aperte Junior” che prevedono una particolare animazione per i più piccoli (download Programma completo)

Questa la locandina per il Lazio

(cliccare con il tasto destro per visualizzare l’immagine ingrandita)

Fronte mod 2013 ESEC

Le cantine del Molise che aderiscono all’evento sono due. Angelo D’Uva Vignaiuolo in Larino(CB) domenica 14 settembre 2014, mentre Masserie Flocco Portocannone (CB) sarà aperta sabato 20 e domenica 21 settembre 2014

Per l’elenco completo consultate il sito www.movimentoturismovino.it

+Gallery
+Info

Pubblicato: 3 settembre 2014

Autore:

Categoria: Blog, Eventi

Tags: ,

+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti