Campania

Home  /  Campania

Il mare, la costiera, gli agrumi. L’Appennino, la miriade di vitigni autoctoni, la grande varietà di vini. Queste le immagini che vengono alla mente quando si pensa alla Campania rispettivamente nella sua accezione turistica e nella sua specificità vitivinicola.
La regione, con i suoi 23.184 ettari di vigne, si colloca all’ottavo posto della graduatoria delle regioni italiane e influisce per circa il 4% sul totale del prodotto nazionale. Se si escludono le poche eccellenze della costa e del Cilento, la maggior parte della produzione si realizza nelle provincie di Benevento e di Avellino, in pieno Appennino Campano.


Le diverse provincie influiscono sul totale della superficie vitata con le seguenti percentuali: Benevento 45%, Avellino 25%, Salerno 14%, Napoli 7% e Caserta 9% e guardando la carta fisica della regione è subito evidente come l’orografia determina questi risultati.


Nell’ultimo decennio la viticoltura regionale è stata oggetto di forti ristrutturazioni del miglioramento della qualità. Oggi il vino campano, con 4 produzioni Docg, 15 Doc e varie Igp rappresenta un comparto in forte crescita.


I principali vitigni autoctoni presenti in Campania sono:
Aglianico, Asprinio Bianco, Barbera del Sannio, Biancolella, Caprettone, Casavecchia, Catalanesca,
Coda di Volpe, Falanghina, Fiano, Forastera, Ginestra, Greco, Guarnaccia, Olivella, Pallagrello Bianco, Pallagrello Nero, Pepella, Piedirosso, Ripoli, San Lunardo Sciascinoso Tintore



DOCG
• Taurasi prodotto nella provincia di Avellino
• Rosso – Aglianico minimo 85% vol. 11,5%
• Rosso riserva – Aglianico minimo 85% vol. 12%
• Greco di Tufo prodotto nella provincia di Avellino
• Bianco – Greco Bianco 85%, Coda di Volpe 15%
• Spumante- Greco Bianco 85%, Coda di Volpe 15% – Metodo classico con affinamento sui lieviti min 36 mesi
• Fiano di Avellino prodotto nella provincia di Avellino – Fiano 85%, Coda di Volpe, Greco, Trebbiano toscano 15%
• Aglianico del Taburno prodotto nella provincia di Benevento
• Rosato -Aglianico minimo 85% vol. 11,5%
• Rosso – Aglianico minimo 85% vol. 11,5%
• Rosso riserva – Aglianico minimo 85% vol. 12%

DOC
• Ischia prodotto nella provincia di Napoli
• Bianco – Forastera dal 45 al 70% Biancolella dal 30 al 55% – vol. 10%
• Bianco superiore – Forastera dal 45 al 70% Biancolella dal 30 al 55% – vol. 11%
• Spumante – Forastera dal 45 al 70% Biancolella dal 30 al 55% – vol. 11% – metodo classico
• Rosso – Guarnaccia dal 40 al 50% Piedirosso (Per’ e Palummo) dal 40 al 50%
• Forastera – Forastera minimo 85%
• Biancolella – Biancolella minimo 85%
• Piedirosso o Per’ e Palummo – Piedirosso (Per’e Palummo) minimo 85%
• Piedirosso o Per’ e Palummo passito – Piedirosso (Per’e Palummo) minimo 85%
• Capri prodotto nella provincia di Napoli
• Bianco – Falanghina e Greco minimo 80% (Falanghina minimo 50%)
• Rosso – Piedirosso minimo 80%
• Vesuvio prodotto nella provincia di Napoli
• Bianco – Coda di volpe (Caprettone) min. 35%; Verdeca max 45%; Falanghina e Greco max 20%
• Rosso – Piedirosso (Palombina) min. 50%; Sciascinoso (Olivella) max 30%; Aglianico max 20%
• Rosato- Piedirosso (Palombina) min. 50%; Sciascinoso (Olivella) max 30%; Aglianico max 20%
• Lacryma Christi bianco – Coda di volpe (Caprettone) min. 35%; Verdeca max 45%; Falanghina e Greco max 20%
• Lacryma Christi bianco spumante – Coda di volpe (Caprettone) min. 35%; Verdeca max 45%; Falanghina e Greco max 20%
• Lacryma Christi bianco liquoroso – Coda di volpe (Caprettone) min. 35%; Verdeca max 45%; Falanghina e Greco max 20%
• Lacryma Christi rosso – Piedirosso (Palombina) min. 50%; Sciascinoso (Olivella) max 30%; Aglianico max 20%
• Lacryma Christi rosato- Piedirosso (Palombina) min. 50%; Sciascinoso (Olivella) max 30%; Aglianico max 20%
• Cilento prodotto nella provincia di Salerno
• Bianco – Fiano: 60-65%; Trebbiano toscano: 20-30%; Greco bianco e/o Malvasia bianca: 10-15%
• Rosso – Aglianico: 60-75%; Piedirosso e/o Primitivo: 15-20%
• Rosato – Sangiovese: 70-80%; Aglianico: 10-15%; Primitivo e/o Piedirosso: 10-15%
• Fiano – Fiano minimo l’85%
• Aglianico – Aglianico minimo l’85%
• Falerno del Massico prodotto nella provincia di Caserta
• Bianco – Falanghina minimo 85%
• Rosso – Aglianico: minimo 60%; Piedirosso: massimo 40%
• Rosso riserva – Aglianico: minimo 60%; Piedirosso: massimo 40%. Invecchiamento minimo 2 anni di cui 1 in botte di legno
• Primitivo – Primitivo minimo l’85%
• Primitivo riserva – Primitivo minimo l’85%. Invecchiamento minimo 2 anni di cui 1 in botte di legno
• Castel San Lorenzo prodotto nella provincia di Salerno
• Bianco – Trebbiano toscano, 50-60%; Malvasia Bianca, 30-40%
• Rosso – Barbera, 60-80%; Sangiovese, 20-30%
• Rosato – Barbera, 60-80%; Sangiovese, 20-30%
• Barbera – Barbera minimo 85%
• Moscato – Moscato bianco minimo 85%
• Moscato spumante – Moscato bianco minimo 85%
• Moscato passito – Moscato bianco minimo 85%. Appassimento, sulle piante o dopo la raccolta, max fino al 31 gennaio successivo alla vendemmia
• Moscato Lambiccato – Moscato bianco minimo 85%. Appassimento, dopo la raccolta, max fino al 31 gennaio successivo alla vendemmia in cassette di legno. L’uva pigiata e pressata passa nei “cappucci” di cotone (lambicchi) da dove il vino cola goccia dopo goccia.
• Aglianicone – Aglianicone minimo 85%
• Aversa prodotto nelle provincie di Caserta e Napoli
• Asprinio – Asprinio minimo 85%
• Asprinio spumante – Asprinio minimo 85%
• Penisola Sorrentina prodotto nella provincia di Napoli
• Bianco – Falanghina e/o Biancolella e/o Greco bianco minimo 60%. Falanghina minima 40%
• Rosso – Piedirosso (Pér’ e palummo) e/o Sciascinoso (Olivella) e/o Aglianico minimo 60%. Con una presenza di Piedirosso minima del 40%
• Rosso frizzante Rosso – Piedirosso (Pér’ e palummo) e/o Sciascinoso (Olivella) e/o Aglianico minimo 60%. Con una presenza di Piedirosso minima del 40%
• Bianco Sorrento – Falanghina e/o Biancolella e/o Greco bianco minimo 60%. Falanghina minima 40%
• Rosso Sorrento Rosso – Piedirosso (Pér’ e palummo) e/o Sciascinoso (Olivella) e/o Aglianico minimo 60%. Con una presenza di Piedirosso minima del 40%
• Rosso frizzante Lettere Rosso – Piedirosso (Pér’ e palummo) e/o Sciascinoso (Olivella) e/o Aglianico minimo 60%. Con una presenza di Piedirosso minima del 40%
• Rosso frizzante Gragnano Rosso – Piedirosso (Pér’ e palummo) e/o Sciascinoso (Olivella) e/o Aglianico minimo 60%. Con una presenza di Piedirosso minima del 40%
• Campi Flegrei prodotto nella provincia di Napoli
• Bianco – Falanghina 50% – 70%
• Rosso – Piedirosso (Pér’ e palummo)min 50%, Aglianico minimo 30%. Con una presenza di Piedirosso minima del 40%
• Falanghina – Falanghina min. 90%
• Piedirosso o Pér’ e palummo rosso – Piedirosso (Pér’ e palummo) min 90%
• Piedirosso o Pér’ e palummo rosso riserva – Piedirosso (Pér’ e palummo) min 90%
• Piedirosso o Pér’ e palummo rosato – Piedirosso (Pér’ e palummo) min 90%
• Piedirosso o Pér’ e palummo passito – Piedirosso (Pér’ e palummo) min 90%
• Falanghina passito – Falanghina min. 90%
• Falanghina spumante – Falanghina min. 90%
• Costa d’Amalfi prodotto nella provincia di Salerno (può essere accompagnata dalla indicazione di una delle sottozone Ravello, Tramonti, Furore
• Bianco – Falanghina e/o Biancolella min 40%
• Bianco passito – Falanghina e/o Biancolella min 40%
• Bianco spumante – Falanghina e/o Biancolella min 40%
• Rosso – Piedirosso (Per ‘e palummo) min 40 %, Sciascinoso (Olivella) e/o Aglianico congiuntamente o disgiuntamente fino al 60 %
• Rosso passito – Piedirosso (Per ‘e palummo) min 40 %, Sciascinoso (Olivella) e/o Aglianico congiuntamente o disgiuntamente fino al 60 %
• Rosso spumante – Piedirosso (Per ‘e palummo) min 40 %, Sciascinoso (Olivella) e/o Aglianico congiuntamente o disgiuntamente fino al 60 %
• Galluccio prodotto nella provincia di Caserta
• Bianco – Falanghina min 70%
• Rosso – Aglianico min 70%
• Rosso riserva – Aglianico min 70%
• Rosato – Aglianico min 70% Rosso
• Sannio prodotto nella provincia di Benevento
• Bianco – Trebbiano toscano e Malvasia (bianca di Candia), da soli o congiuntamente, minimo 50%
• Bianco Frizzante – Trebbiano toscano e Malvasia (bianca di Candia), da soli o congiuntamente, minimo 50%
• Rosso – Sangiovese min. 50%
• Rosso Frizzante – Sangiovese min. 50%
• Rosato – Sangiovese min. 50%
• Rosato Frizzante – Sangiovese min. 50%
• Aglianico – Aglianico min. 85%
• Aglianico riserva – Aglianico min. 85%
• Aglianico Passito – Aglianico min. 85%
• Aglianico novello – Aglianico min. 85%
• Aglianico spumante – Aglianico min. 85%
• Aglianico Spumante di qualità – Aglianico min. 85%
• Aglianico spumante di qualità metodo classico – Aglianico min. 85%
• Aglianico rosato – Aglianico min. 85%
• Aglianico rosato o rosé spumante – Aglianico min. 85%
• Aglianico rosato Spumante di qualità – Aglianico min. 85%
• Aglianico rosato Spumante di qualità metodo classico – Aglianico min. 85%
• Aglianico-Piedirosso – Aglianico e Piedirosso congiuntamente, purché la varietà minoritaria sia presente per almeno il 40 %
• Aglianico-Piedirosso rosato -.Aglianico e Piedirosso congiuntamente, purché la varietà minoritaria sia presente per almeno il 40 %
• Barbera – Barbera min. 85%
• Barbera Passito – Barbera min. 85%
• Barbera spumante – Barbera min. 85%
• Barbera spumante di qualità – Barbera min. 85%
• Barbera spumante di qualità metodo classico – Barbera min. 85%
• Coda di volpe – Coda di volpe min. 85%
• Coda di volpe Passito – Coda di volpe min. 85%
• Coda di volpe spumante – Coda di volpe min. 85%
• Coda di volpe spumante di qualità – Coda di volpe min. 85%
• Coda di volpe spumante di qualità metodo classico – Coda di volpe min. 85%
• Fiano – Fiano min. 85%
• Fiano Passito – Fiano min. 85%
• Fiano spumante – Fiano min. 85%
• Fiano spumante di qualità – Fiano min. 85%
• Fiano spumante di qualità metodo classico – Fiano min. 85%
• Greco – Greco min. 85%
• Greco Passito – Greco min. 85%
• Greco spumante – Greco min. 85%
• Greco spumante di qualità – Greco min. 85%
• Greco spumante di qualità metodo classico – Greco min. 85%
• Moscato – Moscato min. 85%
• Moscato Passito – Moscato min. 85%
• Moscato spumante – Moscato min. 85%
• Moscato spumante di qualità – Moscato min. 85%
• Moscato spumante di qualità metodo classico – Moscato min. 85%
• Piedirosso – Piedirosso min. 85%
• Piedirosso Passito – Piedirosso min. 85%
• Piedirosso spumante – Piedirosso min. 85%
• Piedirosso spumante di qualità – Piedirosso min. 85%
• Piedirosso spumante di qualità metodo classico – Piedirosso min. 85%
• Sciascinoso – Sciascinoso min. 85%
• Sciascinoso Passito – Sciascinoso min. 85%
• Sciascinoso spumante – Sciascinoso min. 85%
• Sciascinoso spumante di qualità – Sciascinoso min. 85%
• Sciascinoso spumante di qualità metodo classico – Sciascinoso min. 85%
La denominazione di origine controllata «Sannio» è riservata anche ai vini con la specificazione di una delle sottozone sotto indicate:
 «Guardia Sanframondi o Guardiolo»
 «Sant’Agata dei Goti »
 «Solopaca»
 «Solopaca Classico»
 «Taburno»

• Irpinia prodotto nella provincia di Avellino
• Bianco – Greco dal 40 al 50%, Fiano dal 40 al 50%
• Rosso – Aglianico almeno per il 70%
• Rosato – Aglianico almeno per il 70%
• Novello – Aglianico almeno per il 70%
• Coda di volpe – Coda di volpe almeno per il 85%
• Falanghina – Falanghina almeno per il 85%
• Falanghina spumante – Falanghina almeno per il 85%
• Fiano – Fiano almeno per il 85%
• Fiano spumante – Fiano almeno per il 85%
• Fiano passito – Fiano almeno per il 85%
• Greco – Greco almeno per il 85%
• Greco spumante – Greco almeno per il 85%
• Greco passito – Greco almeno per il 85%
• Piedirosso – Piedirosso almeno per il 85%
• Aglianico – Aglianico almeno per il 85%
• Aglianico passito – Aglianico almeno per il 85%
• Aglianico liquoroso – Aglianico almeno per il 85%
• Sciascinoso – Sciascinoso almeno per il 85%
 sottozona Campi Taurasini – Aglianico almeno per il 85%
• Casavecchia di Pontelatone prodotto nella provincia di Caserta
• Rosso – Casavecchia almeno per il 85%
• Rosso riserva – Casavecchia almeno per il 85%

• Falanghina del Sannio prodotto nella provincia di Avellino
• Falanghina del Sannio – Falanghina almeno per il 85%
• Falanghina del Sannio spumante – Falanghina almeno per il 85%
• Falanghina del Sannio spumante di qualità – Falanghina almeno per il 85%
• Falanghina del Sannio vendemmia tardiva – Falanghina almeno per il 85%
• Falanghina del Sannio passito – Falanghina almeno per il 85%
Anche nelle sottozone:
 «Guardia Sanframondi o Guardiolo»
 «Sant’Agata dei Goti»
 «Solopaca»
 «Taburno»

Articoli Recenti