Vitigno Nero d'Avola

Home  /  Vitigno  /  Vitigno Nero d'Avola

Vit­ig­no a bac­ca rossa, pre­sente già nell’antichità pre­sente nel­la zona di Cata­nia, pre­cisa­mente ad Avola.

A volte si può equiv­o­care sulle orig­i­ni, ma il suo sinon­i­mo “Cal­abrese nero” deri­va dalle evoluzioni lin­guis­tiche del ter­mine dialet­tale “Calau Avulisi” con il quale orig­i­nar­i­a­mente era indi­ca­to il vit­ig­no dif­fu­so per la qua­si total­ità in Sicil­ia, e con pic­cole pre­sen­ze in Cal­abria, Vene­to, Puglia e Toscana. E’ conosci­u­to con diver­si nomi: Cal­abrese nero, “Nero d’Avola”, “Cal­abrese d’Avola”, “Cal­abrese dolce”. E’ il vit­ig­no a bac­ca rossa più dif­fu­so nell’isola.

Dei suoi cir­ca 16595 ettari di colti­vazione nazionale, che inci­dono per cir­ca il 2,5% sulle per­centu­ali di colti­vazione totale delle uve da vino, cir­ca il 98,5% sono in Sicil­ia. Per sec­oli il Nero d’Avola è sta­to usato come vino da taglio, per cor­reg­gere altri vini sia sicil­iani che nazion­ali. Soltan­to a par­tire dagli anni ’70, gra­zie all’intuizione di un grup­po di viti­coltori, il Nero d’Avola diven­ta un vino autonomo, dota­to di un pro­prio carat­tere frut­to del ter­ri­to­rio, tan­to da fornire vini con carat­ter­is­tiche diverse in fun­zione del­la diver­sa zona di pro­duzione.

Articoli Recenti