Vitigno Nero d’Avola

Home  /  Vitigno  /  Vitigno Nero d’Avola

Vitigno a bacca rossa, presente già nell’antichità presente nella zona di Catania, precisamente ad Avola.


A volte si può equivocare sulle origini, ma il suo sinonimo “Calabrese nero” deriva dalle evoluzioni linguistiche del termine dialettale “Calau Avulisi” con il quale originariamente era indicato il vitigno diffuso per la quasi totalità in Sicilia, e con piccole presenze in Calabria, Veneto, Puglia e Toscana. E’ conosciuto con diversi nomi: Calabrese nero, “Nero d’Avola”, “Calabrese d’Avola”, “Calabrese dolce”. E’ il vitigno a bacca rossa più diffuso nell’isola.

Dei suoi circa 16595 ettari di coltivazione nazionale, che incidono per circa il 2,5% sulle percentuali di coltivazione totale delle uve da vino, circa il 98,5% sono in Sicilia. Per secoli il Nero d’Avola è stato usato come vino da taglio, per correggere altri vini sia siciliani che nazionali. Soltanto a partire dagli anni ’70, grazie all’intuizione di un gruppo di viticoltori, il Nero d’Avola diventa un vino autonomo, dotato di un proprio carattere frutto del territorio, tanto da fornire vini con caratteristiche diverse in funzione della diversa zona di produzione.

Articoli Recenti