Vitigno Timorasso

Home  /  Vitigno  /  Vitigno Timorasso

Vit­ig­no a bac­ca bian­ca iscrit­to nel reg­istro dei vit­ig­ni ital­iani nel 1970. Nel peri­o­do pre-fil­lossera era molto colti­va­to in provin­cia di Alessan­dria, nelle colline Tor­tone­si ‚e veni­va uti­liz­za­to qua­si esclu­si­va­mente dalle can­tine dell’astigiano e dell’oltrepo pavese in uvag­gio per dare cor­po ai vini bianchi locali. Uti­liz­za­to anche per il con­sumo imme­di­a­to quale uva da tavola. Qua­si scom­par­so a segui­to dell’attacco del­la fil­lossera venne sos­ti­tu­ito, nei reimpianti, con vit­ig­ni più pro­dut­tivi e di più sem­plice ges­tione. La tes­tardag­gine e la deter­mi­nazione di alcu­ni vig­naioli del tor­tonese han­no ripor­ta­to in auge il vit­ig­no e ne pro­ducono un vino che, a poco a poco, va affer­man­dosi tra i bianchi di mag­gior pre­gio. Di non ele­vatis­si­ma pro­dut­tiv­ità per cep­po e con alte dif­fi­coltà coltur­ali, il tim­o­ras­so ripa­ga con le spic­cate qual­ità del vit­ig­no e l’ altissi­ma propen­sione all’invecchiamento dei vini . Il grap­po­lo si pre­sen­ta con grandez­za supe­ri­ore alla media ( sui 20–30 cm) di com­pat­tez­za media con aci­no medio-grande, buc­cia pru­inosa, di col­ore verde-gial­lo abbas­tan­za spes­sa e pol­pa suc­cosa e leg­ger­mente carnosa di sapore neu­tro. I vinac­ci­oli preva­len­te­mente in numero di 2 per aci­no, grandez­za mez­zana, pir­i­for­mi. I cir­ca 130 ettari di colti­vazione nazionale, che non inci­dono sulle per­centu­ali di colti­vazione totale delle uve da vino,si trovano in mas­si­ma parte in Piemonte, provin­cia di Alessan­dria ed è ammes­so uni­ca­mente nel dis­ci­pli­nare doc “ Col­li Tor­tone­si”. Predilige ter­reni col­li­nari non trop­po fer­tili né trop­po umi­di.

Articoli Recenti