Vitigno Verdicchio

Home  /  Vitigno  /  Vitigno Verdicchio

Vit­ig­no a bac­ca bian­ca iscrit­to nel reg­istro dei vit­ig­ni ital­iani nel 1970.
I suoi cir­ca 2385 ettari di colti­vazione nazionale, che non inci­dono sulle per­centu­ali di colti­vazione totale delle uve da vino, sono qua­si intera­mente nelle Marche soprat­tut­to nel­la provin­cia di Ancona 1802 ettari (verdic­chio di Jesi) e nel­la provin­cia di Mac­er­a­ta 414 ettari (verdic­chio di Matel­ica).
In Puglia, Lazio, Umbria e Vene­to si tro­vs­no pic­col­is­sime quan­tità di vita­to dell’ordine di 10/20 ettaro per regione. Qui è anche conosci­u­to con i nomi di Ver­done o Treb­biano verde.
Il grap­po­lo si pre­sen­ta abbas­tan­za grande ( 20–30 cm) di aspet­to com­pat­to con aci­no medio-grande arro­tonda­to la buc­cia di col­ore gial­lo ten­dente al verde, da cui il nome.
Predilige ter­reni argillosi-sil­i­cei-cal­carei e, data la sua scarsa resisten­za alle malat­tie crit­togamiche crit­togamiche e la tar­di­v­ità del­la mat­u­razione del­l’u­va, vuole ter­reni di col­li­na bene esposti .
Nel­la zona con­sid­er­a­ta clas­si­ca del Verdic­chio, mil­ioni di anni fa era pre­sente un lago sala­to con fon­dale sab­bioso, argilloso-cal­ca­ree, ric­co di fer­ro e mag­ne­sio; nutri­men­to anco­ra oggi per i vigneti che lo “popolano”.

Le prin­ci­pali zone di colti­vazione sono quel­la dei Castel­li di Jesi (AN), il cui vino si carat­ter­iz­za per il mag­gior cor­po, e un’area più ristret­ta nel comune di Matel­ica (MC) dove risul­ta più spic­ca­to l’olfatto gra­zie alle azioni delle alte escur­sioni ter­miche favorite dal­la zona di alta col­li­na. Con il ter­mine “Clas­si­co” si des­igna un vino prodot­to all’interno del­la più anti­ca area di pro­duzione.
I vini ottenu­ti da uve Verdic­chio han­no orig­i­ni antichissime e pare che fos­sero già noti agli antichi romani.

Articoli Recenti