Vitigno Barbera

Home  /  Vitigno  /  Vitigno Barbera

Bar­bera
Vit­ig­no a bac­ca rossa, orig­i­nario con tut­ta prob­a­bil­ità del Mon­fer­ra­to, pre­sente in molte regioni d’Italia, ma dif­fu­so mag­gior­mente in Piemonte (68%), Lom­bar­dia (12%), Emil­ia Romagna (10%) e Cam­pa­nia (6,5%).

Con­trari­a­mente a quan­to potrebbe far sup­porre la grande pre­sen­za del vit­ig­no in varie regioni d’I­talia si può ritenere che il “Bar­bera” non abbia veri sinon­i­mi. Esiste una lista abbas­tan­za lun­ga di pseu­do-sinon­i­mi, ma che in realtà non sono che il nome del vit­ig­no con qualche agget­ti­vo qual­i­fica­ti­vo, o accresc­i­ti­vo. Esem­pio: “Bar­bera grossa”, “Bar­bera fina”, “Bar­bera nera”, “Bar­bera forte”, “Bar­bera dolce”, “Bar­bera amaro”, “Bar­bera d’Asti”, “Bar­bera nos­trana”, “Bar­berone”, “Bar­bera mer­can­tile”, “Bar­bera a raspo verde”, “Bar­bera a raspo rosso”.

Con i suoi cir­ca 20524 ettari di colti­vazione nazionale, rap­p­re­sen­ta il ses­to vit­ig­no per ettari vitati delle uve da vino.

Uti­liz­za­to intera­mente per la vinifi­cazione, for­nisce un vino di col­ore rosso rubi­no, aro­ma frut­ta­to del­i­ca­to, sapore frut­ta­to, di buon cor­po, carat­ter­iz­za­to da una spic­ca­ta acid­ità. Sii adat­ta anche al lun­go e medio invec­chi­a­men­to; può prestar­si alla pro­duzione di vini base friz­zan­ti, oltre che a vino tran­quil­lo, da pas­to, sec­co.

Articoli Recenti