Vitigno Malvasia Bianca di Candia

Home  /  Vitigno  /  Vitigno Malvasia Bianca di Candia

Vit­ig­no Mal­va­sia Bian­ca di Can­dia

Vit­ig­no a bac­ca bian­ca del­la famiglia numerosa delle mal­vasie. Si dis­tingue dal­l’al­tra Mal­va­sia di Can­dia per l’assen­za di aro­matic­ità nel­la bac­ca. Ha vari sinon­i­mi, fra cui Mal­va­sia Rossa dei Castel­li Romani e Mal­va­sia Can­di­da. Nel 1868 il Men­doza e nel 1877 il Di Rovasen­da la men­zion­a­vano come Mal­va­sia Rossa (per il col­ore carat­ter­is­ti­co del ger­moglio gio­vane). E’ colti­va­ta preva­len­te­mente nel­la zona dei Castel­li Romani e nel Lazio, ma la si tro­va anche in Lom­bar­dia, Umbria, Cam­pa­nia, Toscana e Abruz­zo. Ha foglia di gran­di dimen­sioni, pen­tag­o­nale, pen­talo­ba­ta o, più rara­mente trilo­ba­ta; grap­po­lo grande, con­i­co, spes­so con due ali, semi-spar­go­lo; aci­no medio, sfer­oidale; buc­cia sot­tile ma con­sis­tente, con poca pru­ina, di col­ore gial­lo-dora­to con pos­si­bili pun­teggia­ture mar­roni nel caso di buona espo­sizione al sole. Ha vigo­ria piut­tosto ele­va­ta, pro­duzione buona e costante; rende bene su ter­reni col­li­nari e ben esposti, ma si adat­ta bene anche a ter­reni argillosi e sic­c­i­tosi. Tollera bene le gelate pri­maver­ili e i peri­o­di di sic­c­ità, può andare sogget­ta all’oidio e al mal del­l’esca.

Articoli Recenti