Vitigno Moscato di Baselice

Home  /  Vitigno  /  Vitigno Moscato di Baselice

E’ una vari­età di Mosca­to Bian­co. Nel 2000 è sta­to avvi­a­to un prog­et­to di recu­pero e val­oriz­zazione del Mosca­to di Baselice. Baselice è un pic­co­lo comune sit­u­a­to nell’alto San­nio (esat­ta­mente al cen­tro del­la dor­sale appen­nini­ca cam­pana) su cui è rin­veni­bile una zona ad alta vocazione vitivini­co­la per con­dizioni cli­matiche, micro­cli­matiche e del ter­reno. In par­ti­co­lare ques­ta zona è sit­u­a­ta sulle colline attra­ver­sate dal fon­dovalle del fiume For­tore e dal pun­to di vista geo­logi­co fu ogget­to di un fenom­e­no di oro­ge­n­e­si e dunque di una emer­sione di terre marine. Ciò ha dato vita, nel paese di Baselice, ad un museo pale­on­to­logi­co che rac­coglie le tipolo­gie di fos­sili rin­veni­bili sul ter­reno. Il ter­reno, ric­chissi­mo in sali min­er­ali, si pre­sen­ta dunque com­pos­to preva­len­te­mente di are­nar­ia, con una buona pre­sen­za di scheletro e in parte di argilla e limo. Il mosca­to di Baselice era un anti­co vit­ig­no rin­veni­bile addirit­tura già al tem­po dei romani e che purtrop­po è ormai estin­to a segui­to del fenom­e­no di abban­dono del ter­ri­to­rio e delle tradizioni e dunque delle vari­età viti­cole mar­gin­ali. Nel 1998 sono sta­ti selezionati i tral­ci migliori nei vigneti a con­duzione famil­iare dei con­ta­di­ni di Baselice che anco­ra con­ser­va­vano alcune piante. Con l’aiuto di una impor­tante azien­da vivais­ti­ca il mate­ri­ale geneti­co è sta­to poi selezion­a­to, riprodot­to ed in segui­to reimpianta­to. Si trat­ta in ogni caso di una vari­età di mosca­to bian­co che ovvi­a­mente ha svilup­pa­to una sua sot­totipolo­gia nell’adattarsi al con­testo ter­ri­to­ri­ale appen­nini­co. Con il vit­ig­no Mosca­to di Baselice ven­gono prodotte due tipolo­gie di vino, uno nel­la ver­sione sec­ca ed una pas­si­to.

Articoli Recenti