Vitigno Sangiovese

Home  /  Vitigno  /  Vitigno Sangiovese

Vit­ig­no San­giovese

Il vit­ig­no San­giovese ha orig­i­ni molto antiche. Come tale è conosci­u­to fin dal 1500, ma la sua orig­ine è molto prob­a­bil­mente etr­usca, in par­ti­co­lare sem­bra provenire dal­la zona a nord del Tevere e a sud del­l’Arno, da cui poi si sarebbe dif­fu­so oltre l’Ap­peni­no, fino ad inter­es­sare le colline romag­nole ed emil­liane. L’o­rig­ine del nome è anco­ra più incer­ta, si va dall’ “uva san­gio­van­ni­na” con rifer­i­men­to alla sua mat­u­razione pre­coce, al ter­mine francese “joueller” deriva­to dal lati­no “jugalis” cioè aggiog­a­re, in questo caso “fis­sare a dei sosteg­ni”. Il vit­ig­no San­giovese si pre­sen­ta in due dis­tinte tipolo­gie: Il San­giovese grosso, cor­rispon­dente ad alcu­ni biotipi colti­vati in Toscana, tra cui il Brunel­lo ed il Prug­no­lo Gen­tile. ed un San­giovese pic­co­lo, a cui fan­no rifer­i­men­to la mag­gior parte delle ver­i­età sia Toscane che dell’ Emil­ia Romagna e del resto d’I­talia, tra cui il Morelli­no, colti­va­to nel­la zona di Scansano. Il San­giovese cam­bia notevol­mente le sue carat­ter­is­tiche espres­sive al vari­are dei cli­mi e del­l’alti­tu­dice a cui viene colti­va­to.

Articoli Recenti