Vitigno Sauvignon

Home  /  Vitigno  /  Vitigno Sauvignon

Vit­ig­no Sauvi­gnon

Il vit­ig­no Sauvi­gnon assieme allo Chardon­nay è la vari­età a bac­ca bian­ca più dif­fusa e famosa al mon­do, e da essa si rica­vano alcu­ni fra vini bianchi più conosciu­ti e ricer­cati. Il Sauvi­gn­non è un vit­ig­no di orig­ine francese, e per la pre­ci­sione la sua cul­la è il Bor­dolese, in par­ti­co­lare la zona del­lo Sauterne, dove assieme al Semi­l­lon e al Mus­cadelle entra nel­la com­po­sizione del famoso vino botitriz­za­to. Il suo nome deri­va da “sauvage” (sel­vati­co) quin­di l’e­ti­molo­gia cor­ripon­derebbe a quel­la dei nos­tri Lam­br­uschi (dal lati­no “vitis lam­br­us­ca”, ossia sel­vat­i­ca), con i quali esiste infat­ti qualche lon­tana affinità. Ne esistono per­lomeno due biotipi, il Sauvi­gnon pic­co­lo o gial­lo e il Sauvi­gnon grosso o verde, meno dif­fu­so e che cor­risponde al Sauvi­gnonasse, sim­i­le al Tocai Friu­lano. E’ un vit­ig­no semi­aro­mati­co, e il suo riconosci­men­to è soli­ta­mente imme­di­a­to con le sue carat­ter­is­tiche note di uva spina, ortiche, mus­chio e pipì di gat­to (tipiche del­lo Sancerre e delle zone cen­trali del­la Loira) oltre che sam­bu­co e foglia di pomodoro. Viene colti­va­to con suc­ces­so anche in Cal­i­for­nia, Aus­tralia e Nuo­va Zelan­da. In Italia i migliori Sauvi­gnon sono prodot­ti in Friuli e in Alto Adi­ge, nel­la qua­si total­ità con affi­na­men­to in acciaio.

Articoli Recenti