Vitigno Moscato Bianco di Canelli

Home  /  Vitigno  /  Vitigno Moscato Bianco di Canelli

Il Mosca­to Bian­co di Canel­li è di gran lun­ga il vit­ig­no a frut­to bian­co più inten­sa­mente colti­va­to in Piemonte, e uno dei prin­ci­pali in molti comu­ni delle province di Cuneo, Asti e Alessan­dria. È pre­sente, anche se spo­radica­mente, in molte altre zone viti­cole piemon­te­si, com­p­rese le aree mon­tane e pede­mon­tane. Nel resto d’I­talia è conosci­u­to e uti­liz­za­to per la pro­duzione di vini aro­mati­ci (Valle d’Aos­ta, Oltrepò Pavese, Col­li Euganei, Toscana, Puglia, Sicil­ia, Sardeg­na). La sua coltura, al di fuori del nos­tro Paese, è dif­fusa in tut­to il mon­do vitivinicolo.Il grap­po­lo è di media grandez­za, cilin­dri­co, un po’ allun­ga­to, ala­to, medi­a­mente com­pat­to o com­pat­to (spar­go­lo quan­do si ver­i­f­i­cano fenomeni di colatu­ra talo­ra in con­seguen­za di malat­tie da virus e altri sim­ili agen­ti pato­geni). L’a­ci­no è di media grandez­za, sfer­oidale o leg­ger­mente appi­at­ti­to. La buc­cia è sot­tile, non molto pru­inosa, di col­ore gial­lo ver­das­tro, che diviene gial­lo dora­to o ambra­to quan­do espos­ta al sole;
La mat­u­razione del­l’u­va è pre­coce; avviene di soli­to nel­la sec­on­da decade di set­tem­bre.
Con le uve di Mosca­to bian­co si pro­ducono vini spe­ciali dol­ci e inten­sa­mente aro­mati­ci, friz­zan­ti o più spes­so spuman­ti; a segui­to del­l’ap­pas­si­men­to delle uve se ne otten­gono anche pas­si­ti di eccel­lente qual­ità; sono poi rari, ma non meno inter­es­san­ti, i vini sec­chi e aro­mati­ci da con­sumare come aper­i­tivi.

Articoli Recenti