DEGUSTARE E ACQUISTARE IN CANTINA

Home  /  Blog  /  Pagina Corrente
×Dettagli

DEGUSTARE E ACQUISTARE IN CANTINA: UN TREND CHE RIVITALIZZA LE VENDITE DI VINO SUL MERCATO INTERNO

Vini­taly piattafor­ma di servizi alle imp­rese con anal­isi di mer­ca­to e busi­ness strat­e­gy
 
wine-tasting-870x480
Il rap­por­to diret­to con il pro­dut­tore, capirne il lavoro e la pas­sione che stan­no dietro ad ogni bot­tiglia di vino sta diven­tan­do sem­pre più impor­tante nelle scelte di acquis­to dei wine lover. Nel­l’indagine di wine2wine l’Osser­va­to­rio di Vini­taly 6 can­tine su 10 si dichiara­no sod­dis­fat­te di questo canale di ven­di­ta. Come usare i social media per pro­muo­vere il pro­prio vino diret­ta­mente al con­suma­tore e man­tenere i con­tat­ti con chi anche durante ques­ta cal­da estate, dal­l’I­talia o dal­l’es­tero, ha vis­i­ta­to la nos­tra can­ti­na. I numeri di Vini­taly sui social.

Dopo un peri­o­do di decre­men­to e di stal­lo dei con­su­mi nazion­ali di vino, nei pri­mi quat­tro mesi del 2015 la situ­azione sem­bra essere vira­ta ver­so il pos­i­ti­vo. Il dato emerge dalle risposte delle oltre 400 aziende inter­vis­tate tra mag­gio e giug­no da wine2wine, l’Osser­va­to­rio di Vini­taly, con più di un ter­zo di loro (36,5%) che ha dichiara­to un aumen­to del fat­tura­to sul mer­ca­to inter­no, anche di oltre il 16% (per il 10,4% del totale).

Le aziende inter­vis­tate, dis­tribuite in modo uni­forme su tut­to il ter­ri­to­rio nazionale (17,5% Nord-Ovest, 35,4% Nord-Est, 31,7% Cen­tro, 15,4% Sud e Isole) e tutte già espositri­ci di Vini­taly o parte­ci­pan­ti alla pri­ma edi­zione di wine2wine nel dicem­bre 2015, vedono la ven­di­ta diret­ta in can­ti­na come un’at­tiv­ità impor­tante per far­si conoscere e per fideliz­zare vec­chi e nuovi cli­en­ti.

La sod­dis­fazione è par­ti­co­lar­mente dif­fusa tra le can­tine con pro­duzioni com­p­rese tra 100.000 e 1 mil­ione di bot­tiglie (67,6%) e fat­turati supe­ri­ori ai 2 mil­ioni di euro, ma in gen­erale questo canale di ven­di­ta dà risul­tati pos­i­tivi anche per le aziende con pro­duzioni e fat­turati più lim­i­tati.

Se il pri­mo quadrimestre di quest’an­no è già sta­to buono, è preved­i­bile che l’es­tate por­ti anco­ra mag­giori sod­dis­fazioni alle can­tine ital­iane, gra­zie al tur­is­mo del vino, sem­pre più prat­i­ca­to da enoa­pas­sion­ati prove­ni­en­ti da tut­to il mon­do. Si trat­ta di 3–5 mil­ioni di per­sone l’an­no e di un giro di affari di 4–5 mil­iar­di di euro.

La sfi­da è fideliz­zare chi è entra­to nel­la nos­tra can­ti­na, man­tenere il con­tat­to facen­do­lo diventare a sua vol­ta un motore di pro­mozione del nos­tro vino.

Il grande alleato in ques­ta sfi­da è inter­net, che se uti­liz­za­to con i giusti stru­men­ti diven­ta spazio sen­za con­fi­ni. La scelta è ampia: Face­book, Twit­ter, Google Plus se si vuole un con­tat­to più inter­at­ti­vo, fat­to di com­men­ti da sti­mo­lare e a cui rispon­dere, men­tre un blog per­me­tte di creare con­tenu­ti per inter­cettare le ricerche in rete degli enoap­pas­sion­ati.

Le foto pos­sono fare la dif­feren­za, per­ché sui social media cat­tura­no l’at­ten­zione, oltre ad essere il ful­cro del­la strate­gia che sta alla base di stru­men­ti come Pintarest e Insta­gram.

Con wine2wine, Vini­taly ha amplia­to la sua gam­ma di servizi alle aziende, offren­do indagi­ni di mer­ca­to ma anche appro­fondi­men­ti sulle strate­gie più adat­te per aiutare le aziende a vendere di più e meglio.

Tra i con­sigli per uti­liz­zare effi­cace­mente questi stru­men­ti, innanz­i­tut­to quel­lo di riflet­tere sulle pro­prie reali pos­si­bil­ità, sceglien­do solo il canale o i canali su cui pos­si­amo impeg­nare sol­di ma anche tem­po per gestire le inter­azioni che si cre­ano attorno a ciò che viene pub­bli­ca­to. Si trat­ta di ottimiz­zare l’in­ves­ti­men­to, men­tre il pas­so suc­ces­si­vo è quel­lo di indi­vid­uare l’o­bi­et­ti­vo con­cre­to che si vuole rag­giun­gere. Impor­tante poi lavo­rare sul­la qual­ità dei con­tenu­ti e in par­ti­co­lare delle immag­i­ni, per “cat­turare” let­teral­mente l’oc­chio del nav­i­ga­tore di inter­net: il prin­ci­pio è quel­lo di rac­con­tare per immag­i­ni, cioè mostrare quel­lo che si fa in can­ti­na o durante una qual­si­asi delle pro­prie attiv­ità di pro­dut­tore.

Far par­lare di sé in rete è una strate­gia che paga, per questo anche Vini­taly è social. Un’anal­isi com­mis­sion­a­ta a Social­me­ter ha ril­e­va­to che nel peri­o­do di man­i­fes­tazione (tra metà mar­zo e pri­ma set­ti­mana di aprile 2015) cir­ca 13.000 user han­no uti­liz­za­to i social di Vini­taly o menzionato/parlato di Vini­taly sui loro (Fb, Twit­ter, Insta­gram), di questi 10.000 in Italia, 2.000 negli Usa, segui­ti da Spagna, Rus­sia e Fran­cia.

Gli ash­tag Vini­taly e Vinitaly2015 sono sta­ti men­zionati oltre 16.000 volte, qua­si 34.000 i tweet e più di 14.000 link con all’in­ter­no rifer­i­men­ti o riman­di a Vini­taly, oltre a 3.700 immag­i­ni su Fb e Twit­ter con tag Vini­taly. Per ottenere questo risul­ta­to, grande è il lavoro di creazione dei con­tenu­ti e di inter­azione con gli uten­ti degli staff di comu­ni­cazione di Vini­taly, Vini­taly Inter­na­tion­al e uffi­cio stam­pa di Veron­afiere, men­zionati rispet­ti­va­mente 1.668, 557 e 399 volte.

Per mag­giori infor­mazioni sul­l’indagine di wine2wine e per essere sem­pre aggior­na­to, vai al sitowww.wine2wine.net e iscriv­i­ti al blog.

Prossi­mi appun­ta­men­ti:
Vini­taly Inter­na­tion­al: Shang­hai Wine & Dine Fes­ti­val 18 – 20 set­tem­bre; Hong Kong Inter­na­tion­al Wine and Spir­its Fair 5 – 7 novem­bre; Vini­taly Rus­sia — 16 novem­bre (www.vinitalyinternational.com)

Wine2wine: Cen­tro con­gres­si Veron­afiere — 2 e 3 dicem­bre 2015 (www.wine2wine.net)

Vini­taly: Verona — 10 — 13 aprile 2016 (www.vinitaly.com)

+Gallery
+Correlati
+Info

Pubblicato: 11 Agosto 2015

Autore:

Categoria: Blog, Degustazioni, Eventi, Pubblicazioni Scientifiche

Tags: , ,

+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti