In Vino Analytica Scientia

Home  /  Blog  /  Pagina Corrente
×Dettagli

CONVEGNO IVAS, IN 300 AL SERVIZIO DELLA QUALITÀ VITIVINICOLA

Ieri l’inaugurazione del­la pri­ma edi­zione ital­iana dell’evento tar­ga­to Fon­dazione Mach e Cen­tro di Sper­i­men­tazione Laim­burg
IVAS1
Qua­si tre­cen­to stu­diosi da tut­to il mon­do riu­ni­ti per fare il pun­to sul­la vitienolo­gia. Oggi, mart­edì 14 luglio, è inizia­ta la pri­ma edi­zione ital­iana di IVAS (In Vino Ana­lyt­i­ca Sci­en­tia), un incon­tro inter­nazionale orga­niz­za­to dal­la Fon­dazione Mach e dal Cen­tro di sper­i­men­tazione agraria e fore­stale Laim­burg, con il patrocinio del­l’As­so­ci­azione euro­pea per la chim­i­ca e le scien­ze mol­e­co­lari (EuCheMS), del­la Soci­età chim­i­ca ital­iana e del Min­is­tero delle politiche agri­cole, con il sosteg­no delle Province di Tren­to e Bolzano, del­la Regione e dell’Euregio. Quat­tro gior­nate per fare il pun­to sug­li stru­men­ti tec­ni­ci che assi­cu­ra­no la qual­ità di uva, vino e dis­til­lati, con 36 relazioni dei mag­giori esper­ti di uni­ver­sità e cen­tri di ricer­ca mon­di­ali.

È inizia­ta oggi al Palaro­tari di Mez­zo­coro­na la nona edi­zione — la pri­ma in Italia — del sim­po­sio inter­nazionale IVAS (In Vino Ana­lyt­i­ca Sci­en­tia), orga­niz­za­to dal­la Fon­dazione Mach e dal Cen­tro di sper­i­men­tazione Laim­burg. L’evento, ospi­ta­to al Palaro­tari di Mez­zo­coro­na, ha por­ta­to in Trenti­no cir­ca 300 del­e­gati prove­ni­en­ti da 30 nazioni, per ascoltare le 36 relazioni selezion­ate tra più di tre­cen­to con­tribu­ti arrivati agli orga­niz­za­tori. Il pro­gram­ma, che com­prende anche 225 posters, è sta­to costru­ito con la parte­ci­pazione dei rap­p­re­sen­tan­ti di tut­ti i mag­giori atenei e cen­tri di ricer­ca a liv­el­lo mon­di­ale.

Nei quat­tro giorni di con­veg­ni si par­la, tra le altre cose, dell’analisi chim­i­ca di vino, uva e liquori, di metabolom­i­ca, dell’autenticità dei prodot­ti, di chemiome­tria, di anal­isi sen­so­ri­ale, sen­za tralas­cia­re i rif­lessi delle diverse pratiche coltur­ali sull’ambiente e sul­la qual­ità del prodot­to fini­to. Ver­ran­no inoltre pre­sen­tate le idee più inno­v­a­tive attra­ver­so le quali i chimi­ci con­tribuis­cono a man­tenere la qual­ità e la diver­sità dei vini in tut­to il mon­do.

Nel­la gior­na­ta inau­gu­rale di oggi si è par­ti­ti con un work­shop sul­la metabolom­i­ca, ovvero la scien­za che stu­dia i prodot­ti delle reazioni chimiche, men­tre alle 14 c’è sta­ta l’inaugurazione del con­veg­no alla pre­sen­za del pres­i­dente FEM Andrea Seg­rè e del diret­tore del Cen­tro di Sper­i­men­tazione Laimburg,Michael Ober­hu­ber.

“Viti­coltura ed enolo­gia han­no bisog­no del­la scien­za, di tec­nolo­gie ali­men­ta­ri, del­la chim­i­ca ana­lit­i­ca e dell’analisi sen­so­ri­ale. Un con­veg­no come questo fa conoscere il ter­ri­to­rio a per­son­al­ità acca­d­e­miche di tut­to il mon­do, oltre a gener­are un cer­to indot­to eco­nom­i­co. Inoltre, sap­pi­amo bene che la ricer­ca alta pri­ma o poi deve cadere in bas­so e per la viti­coltura ques­ta prospet­ti­va è par­ti­co­lar­mente ril­e­vante”, ha spie­ga­to il pres­i­dente del­la Fon­dazione Mach, Andrea Seg­rè.

“Laim­burg e la Fon­dazione Mach sono rius­ci­ti a portare in regione il più impor­tante con­veg­no sui com­posti del vino e ce l’hanno fat­ta per­ché han­no lavo­ra­to assieme. Nel set­tore vitivini­co­lo è fon­da­men­tale conoscere la qual­ità in modo ogget­ti­vo e sci­en­tifi­co: solo così ci si può dis­tinguere come zona di eccel­len­za”, ha sot­to­lin­eato il diret­tore del Cen­tro di Sper­i­men­tazione Laim­burg, Michael Ober­hu­ber.

Il con­veg­no pros­eguirà domani con la ses­sione ded­i­ca­ta all’analisi chim­i­ca e alla com­po­sizione dell’uva, dei vini e dei liquori; giovedì si par­lerà invece di metabolom­i­ca, chemiome­tria e aut­en­ti­cazione dei prodot­ti, men­tre l’ultimo giorno di IVAS sarà ded­i­ca­to all’analisi sen­so­ri­ale.

Per il pro­gram­ma com­ple­to vis­itare il sito ivas.2015.eu

 
+Gallery
+Correlati
+Info

Pubblicato: 14 Luglio 2015

Autore:

Categoria: Blog, Pubblicazioni Scientifiche

Tags:

+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti