L’Archetipo

Home  /  Azienda  /  Pagina Corrente
×Dettagli

Francesco Valenti­no Dibenedet­to, agronomo e con­tadi­no dal­la nasci­ta, figlio di Car­lo Dibenedet­to, viti­coltore da sem­pre, già dagli anni ’80 inizia la con­ver­sione dell’azienda di famiglia all’agricoltura bio­log­i­ca ma, non sod­dis­fat­to del­la vital­ità dei pro­pri ter­reni, nel 2000 pas­sa al bio­d­i­nam­i­co sec­on­do i det­ta­mi di Rudolf Stein­er.
Dopo qualche anno di bio­d­i­nam­i­ca, non anco­ra sod­dis­fat­to, inizia a prati­care l’agricoltura sin­er­gi­ca fino ad elim­inare, sec­on­do il pen­siero di Masanobu Fukuo­ka, fat­to pro­prio da Valenti­no, il più grave errore che anco­ra si com­pie prat­i­can­do tut­ti gli altri tipi di agri­coltura (dal­la con­ven­zionale, alla bio­log­i­ca, alla bio­d­i­nam­i­ca): l’aratura.
Insieme alla moglie Anna Maria e i suoi quat­tro figli: Car­lo Nazareno, Domeni­co, Andrea, e Maria Clelia, costru­isce l’attuale can­ti­na, tut­ta in tufo, dove, gra­zie alle pre­cise con­dizioni cli­matiche, è pos­si­bile val­oriz­zare le pre­giate uve di pro­pri­età sen­za l’uso del­la chim­i­ca. Attigui alla can­ti­na i cir­ca 20 ettari di vigneti, a 320 mt s.l.m. ai pie­di del­la mur­gia barese in ter­reni orig­i­nate­si dall’accumulo di ter­ra rossa resid­u­ante dei pro­ces­si di car­si­fi­cazione e di ero­sione dei dos­si cal­carei (conosciu­ti con il nome di mur­gia) dove ven­gono rac­colte man­ual­mente le uve.

Qui trovano con­dizioni di mas­si­ma vital­ità vit­ig­ni come Prim­i­ti­vo, Aglian­i­co, Gre­co, Fiano, Susumaniel­lo, Mar­chione, Maresco, adat­tati per­fet­ta­mente alle con­dizioni pedo-cli­matiche locali, per­ché colti­vati da migli­a­ia di anni e per questo defin­i­ti autoc­toni. Le piante ven­gono colti­vate sec­on­do il loro arche­tipo, con­tro­spal­liera lib­era, sen­za asso­lu­ta­mente toc­care (arare) il ter­reno a una den­sità per ettaro di 4545 piante (ses­to d’impianto 2,20x1).
In queste con­dizioni, otte­nen­do una pro­duzione max di 60–80ql di uva per ettaro, è più che rispet­ta­to il famoso para­metro un kg di uva x mq, che una gran mole di stu­di indi­cano come base per l’ottenimento di vini pregni(corposità, sapore, pro­fu­mi, gus­to, etc). Altro ruo­lo fon­da­men­tale e gio­ca­to dall’altitudine di 320 mt s.l.m., garanzia di escur­sioni ter­miche giorno-notte, utili per un’ottimale sin­te­si dei polifeno­li, fon­da­men­tali per una migliore con­ser­vazione dei vini. Da sot­to­lin­eare la perenne coesisten­za nei ter­reni delle vigne di una molti­tu­dine di specie viven­ti (microor­gan­is­mi, pro­to­zoi, alghe, licheni, funghi, lievi­ti, bat­teri, ect. in per­fet­ta sin­er­gia con ver­mi, lom­brichi, arac­ni­di, collem­boli, ect.). La rac­col­ta delle uve avviene in peri­o­di diver­si in fun­zione delle mat­u­razione delle varie qual­ità di uve, ma tut­ta i maniera rig­orosa­mente man­uale.
In can­ti­na la fer­men­tazione è agevola­ta e garan­ti­ta da un pied de cuve real­iz­za­ta con la rac­col­ta di pic­cole masse di uva rac­colte cir­ca 10 giorni pri­ma del­la mas­sa

I Vini più rap­p­re­sen­ta­tivi del­la can­ti­na:

Maras­co brut nature – I.G.P. Salen­to milles­i­ma­to — maras­co 100% — Età del vigne­to: 4 anni Prod. 70 ql/ha Vendem­mia metà set­tem­bre.
Vinifi­cazione con pigia-diras­patu­ra e pres­satu­ra sof­fice e fer­men­tazione a basse tem­per­a­ture (13–14°C) per cir­ca 40 giorni. Pri­ma dell’esaurimento totale degli zuc­cheri dell’uva, viene abbas­sa­ta ulte­ri­or­mente la tem­per­atu­ra (11–12°C) e travasato in auto­clave, per la pre­sa di spuma nell’arco dei suc­ces­sivi 2 mesi. Seguono diver­si mesi in queste con­dizioni, con baton­nage con­tinui del pro­prio fec­ci­oli­no nobile fino a giun­gere ad una sta­bil­ità nat­u­rale del vino spumante, a cui segue l’imbottigliamento. Affi­na­men­to sem­pre in acciaio sen­za mai prati­care fil­trazioni o aggiun­ta di alcun genere. Zuc­cheri residui: 2,5 g/l . Sen­za solfi­ti aggiun­ti

Moscatel­lo sel­vati­co dolce – I.G.P. Salen­to milles­i­ma­to – moscatel­lo sel­vati­co 100% — Età del vigne­to: 20 anni. Prod. 80 ql/ha Vendem­mia metà set­tem­bre.
Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra e pres­satu­ra sof­fice e fer­men­tazione basse tem­per­a­ture (13–14°C) per cir­ca 40 giorni. Pri­ma dell’esaurimento totale degli zuc­cheri dell’uva, viene abbas­sa­ta ulte­ri­or­mente la tem­per­atu­ra (11–12°C) e travasato in auto­clave, ove avviene la pre­sa di spuma nell’arco dei suc­ces­sivi 2 mesi. Seguono diver­si mesi in queste con­dizioni, con baton­nage con­tinui del pro­prio fec­ci­oli­no nobile fino a giun­gere ad una sta­bil­ità nat­u­rale del vino spumante, a cui segue l’imbottigliamento. Affi­na­men­to sem­pre in acciaio sen­za mai prati­care fil­trazioni o aggiun­ta di alcun genere. Zuc­cheri residui: 60 g/l . Sen­za solfi­ti aggiun­ti

Gre­co bian­co dry – I.G.P. Salen­to milles­i­ma­to – gre­co bian­co 100% — Età del vigne­to: 16 anni Prod. 60 ql/ha Vendem­mia: ulti­ma decade di agos­to.
Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra e pres­satu­ra sof­fice e fer­men­tazione a basse tem­per­a­ture (13–14°C) per cir­ca 40 giorni. Pri­ma dell’esaurimento totale degli zuc­cheri dell’uva, viene abbas­sa­ta ulte­ri­or­mente la tem­per­atu­ra (11–12°C) e travasato in auto­clave, ove avviene la pre­sa di spuma nell’arco dei suc­ces­sivi 2 mesi. Giun­ti ad un resid­uo zuc­cheri­no di cir­ca 30 g/l, viene abbas­sa­ta la tem­per­atu­ra sot­to i 10°C per fer­mare la fer­men­tazione. Seguono diver­si mesi in queste con­dizioni, con baton­nage con­tinui del pro­prio fec­ci­oli­no nobile fino a giun­gere ad una sta­bil­ità nat­u­rale del vino spumante, a cui segue l’imbottigliamento. Affi­na­men­to sem­pre in acciaio sen­za mai prati­care fil­trazioni o aggiun­ta di alcun genere. Zuc­cheri residui: 30 g/l . Sen­za solfi­ti aggiun­ti
Fiano demi sec – I.G.P. Salen­to milles­i­ma­to – fiano 100% — Età del vigne­to: 16 anni Prod. 80 ql/ha Vendem­mia: pri­ma decade di set­tem­bre.
Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra e pres­satu­ra sof­fice e fer­men­tazione a basse tem­per­a­ture (13–14°C) per cir­ca 40 giorni. Pri­ma dell’esaurimento totale degli zuc­cheri dell’uva, viene abbas­sa­ta ulte­ri­or­mente la tem­per­atu­ra (11–12°C) e travasato in auto­clave, ove avviene la pre­sa di spuma nell’arco dei suc­ces­sivi 2 mesi. Giun­ti ad un resid­uo zuc­cheri­no di cir­ca 40 g/l, viene abbas­sa­ta la tem­per­atu­ra sot­to i 10°C per fer­mare la fer­men­tazione. Seguono diver­si mesi in queste con­dizioni, con baton­nage con­tinui del pro­prio fec­ci­oli­no nobile fino a giun­gere ad una sta­bil­ità nat­u­rale del vino spumante, a cui segue l’imbottigliamento. Affi­na­men­to sem­pre in acciaio sen­za mai prati­care fil­trazioni o aggiun­ta di alcun genere. Zuc­cheri residui: 40 g/l Sen­za solfi­ti aggiun­ti

Litrot­to rosso – mon­tepul­ciano 30%, mer­lot 20%, caber­net sauvi­gnon 20%, prim­i­ti­vo 20%, susumaniel­lo 10%– For­ma­to 100 cl. Età del vigne­to: 22 anni Prod. 95 ql/ha Vendem­mia: metà otto­bre.
Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra, dopo 20–30 giorni, a fine fer­men­tazione, si sep­a­ra­no gli aci­ni otte­nen­do il gio­vane vino medi­ante una leg­gera pres­satu­ra. In questo las­so di tem­po l’unica vari­abile tenu­ta sot­to con­trol­lo è la tem­per­atu­ra che non deve mai super­are i 24°C, per preser­vare al meglio i pro­fu­mi. Affi­na­men­to in acciaio su fec­ce fini per 18 mesi. Nes­suna chiar­i­fi­ca o fil­trazione. Al momen­to dell’imbottigliamento viene aggiun­ta una min­i­ma dose di anidride sol­forosa. Gradazione Alcol­i­ca: 13,5%

Litrot­to bian­co – verde­ca 50%, falanghi­na 20%, mar­chione 20%, fiano 10%– For­ma­to 100 cl. Età vigne­to: 22 anni Prod. 80 ql/ha Vendem­mia: fine set­tem­bre.
Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra e fer­men­tazione a basse tem­per­a­ture (13–14°C) per cir­ca due mesi. Al ter­mine, pre­vio allon­tana­men­to delle fec­ce grossolane, il vino è man­tenu­to per 5–6 mesi sul pro­prio fec­ci­oli­no nobile, agi­ta­to ogni 15 giorni. Affi­na­men­to in acciaio. Nes­suna chiar­i­fi­ca o fil­trazione. Al momen­to dell’imbottigliamento viene aggiun­ta una min­i­ma dose di anidride sol­forosa. Gradazione Alcol­i­ca 12,5%.

Verde­ca Sette Lune – verde­ca 100% – Età del vigne­to: 22 anni Prod. 90 ql/ha Vendem­mia: fine set­tem­bre.
Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra e fer­men­tazione per 7 lune (cir­ca sette mesi) di mac­er­azione in ambi­ente ridu­cente, ovvero in pre­sen­za del­la stes­sa anidride car­bon­i­ca derivante dal­la lenta fer­men­tazione alcol­i­ca e mal­o­lat­ti­ca. A fine fer­men­tazione le vinac­ce ven­gono allon­tanate medi­ante pres­satu­ra sof­fice.
Il vino viene man­tenu­to per i suc­ces­sivi 2 anni sul pro­prio fec­ci­oli­no nobile e agi­ta­to ogni 15 giorni. Affi­na­men­to sem­pre in acciaio sen­za mai prati­care fil­trazioni o aggiunte di alcun genere. Al momen­to dell’imbottigliamento viene aggiun­ta una min­i­ma dose di anidride sol­forosa. Gradazione Alcol­i­ca: 11,5%

Gre­co bian­co – I.G.P. Salen­to – gre­co 100% – Età del vigne­to: 17 anni Prod. 90 ql/ha Vendem­mia: sec­on­da decade di set­tem­bre. Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra e mac­er­azione di 6–7 giorni di mac­er­azione con le vinac­ce, dopo di che la fer­men­tazione con­tin­ua per cir­ca 2 mesi a basse tem­per­a­ture (13–14°C).
Il vino viene man­tenu­to per 5–6 mesi sul pro­prio fec­ci­oli­no nobile e agi­ta­to ogni 15 giorni. Affi­na­men­to sem­pre in acciaio sen­za mai prati­care fil­trazioni o aggiunte di alcun genere. Sen­za solfi­ti aggiun­ti. Gradazione alcol­i­ca 12,5%.
Fiano – I.G.P. Salen­to – fiano min­u­to­lo 100% – Età del vigne­to: 17 anni Prod. 75 ql/ha Vendem­mia: sec­on­da decade di set­tem­bre. Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra, e mac­er­azione di 6–7 giorni con le vinac­ce, dopo di che la fer­men­tazione con­tin­ua per cir­ca 2 mesi a basse tem­per­a­ture (13–14°C).
Il vino viene man­tenu­to per 5–6 mesi sul pro­prio fec­ci­oli­no nobile e agi­ta­to ogni 15 giorni. Affi­na­men­to sem­pre in acciaio sen­za mai prati­care fil­trazioni o aggiunte di alcun genere. Sen­za solfi­ti aggiun­ti. Gradazione alcol­i­ca 13%.
Prim­i­ti­vo mist­i­co – prim­i­ti­vo 100% – Età del vigne­to: 20 anni Prod. 40 ql/ha Vendem­mia inizio otto­bre e comunque con appas­si­men­to nat­u­rale sul­la pianta.
Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra e mac­er­azione per cir­ca 8 mesi, a fine fer­men­tazione alcol­i­ca e mal­o­lat­ti­ca, si sep­a­ra la vinac­cia medi­ante una leg­gera pres­satu­ra. Tale lun­go peri­o­do di mac­er­azione è nec­es­sario per con­sen­tire la com­ple­ta trasfor­mazione degli zuc­cheri per giun­gere ad una gradazione alcol­i­ca nat­u­rale di 16,5% vol. Affi­na­men­to in gran­di bot­ti di leg­no su fec­ce fini per 24 mesi, segue affi­na­men­to e riposo in bot­tiglia per almeno 8 mesi. Al momen­to dell’imbottigliamento viene aggiun­ta una min­i­ma dose di anidride sol­forosa. Gradazione Alcol­i­ca: 16,5%
Niu­ru Maru – negra­maro 100% – Età del vigne­to: 17 anni Prod. 85 ql/ha Vendem­mia inizio otto­bre. Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra e mac­er­azione per 20–30 giorni; a fine fer­men­tazione, si sep­a­ra­no gli aci­ni otte­nen­do il gio­vane vino medi­ante una leg­gera pres­satu­ra. In questo las­so di tem­po l’unica vari­abile tenu­ta sot­to con­trol­lo è la tem­per­atu­ra che non deve mai super­are i 24°C, per preser­vare al meglio i pro­fu­mi; affi­na­men­to in acciaio su fec­ce fini per 6 mesi, leg­gero pas­sag­gio di 2/3 mesi in gran­di bot­ti di leg­no e riposo in bot­tiglia per altri 3 mesi, Nes­suna chiar­i­fi­ca o fil­trazione. Gradazione Alcol­i­ca: 13%

Prim­i­ti­vo – prim­i­ti­vo 100% – Età del vigne­to: 16 anni Prod. 60 ql/ha Vendem­mia pri­ma set­ti­mana di set­tem­bre.
Vinifi­cazione: pigia-diras­patu­ra mec­ca­ni­ca e mac­er­azione per 20 – 30 giorni; a fine fer­men­tazione, si sep­a­ra­no gli aci­ni medi­ante una leg­gere pres­satu­ra. In questo las­so di tem­po l’unico para­metro tenu­to sot­to con­trol­lo è la tem­per­atu­ra che non deve mai super­are i 26°C, per preser­vare al meglio i pro­fu­mi; affi­na­men­to in gran­di bot­ti di leg­no su fec­ce fini per 12 mesi, segue affi­na­men­to in acciaio per altri 12 mesi e riposo in bot­tiglia per almeno 6 mesi. Al momen­to dell’imbottigliamento viene aggiun­ta una min­i­ma dose di anidride sol­forosa. Nes­suna chiar­i­fi­ca o fil­trazione. Gradazione Alcol­i­ca: 14%

Prim­i­ti­vo Aglian­i­co – prim­i­ti­vo 50% aglian­i­co 50% – Età del vigne­to: 15–18 anni Prod. 60 ql/ha Vendem­mia ulti­ma set­ti­mana di Otto­bre per l’Aglianico e pri­ma set­ti­mana di Set­tem­bre per il Prim­i­ti­vo. La fer­men­tazione alcol­i­ca delle due uve avviene sep­a­rata­mente pre­via pigia-diras­patu­ra mec­ca­ni­ca. Dopo 20 – 30 giorni, a fine fer­men­tazione, si sep­a­ra­no gli aci­ni medi­ante una leg­gere pres­satu­ra e si unis­cono i mosti, per garan­tire che la fer­men­tazione mal­o­lat­ti­ca con­ferisca al vino un con­nu­bio otti­male . Affi­na­men­to in gran­di bot­ti di leg­no su fec­ce fini per 12 mesi, segue affi­na­men­to in acciaio per altri 12 mesi e riposo in bot­tiglia per almeno 6 mesi. Al momen­to dell’imbottigliamento viene aggiun­ta una min­i­ma dose di anidride sol­forosa. Nes­suna chiar­i­fi­ca o fil­trazione. Gradazione Alcol­i­ca: 13%

Prim­i­ti­vo – prim­i­ti­vo 100% Età del vigne­to: 16 anni Pro­duzione media per ettaro: 60 ql/ha Vendem­mia pri­ma set­ti­mana di Set­tem­bre. Vinifi­cazione: pre­via pigia-diras­patu­ra mec­ca­ni­ca con mac­er­azione di 20 – 30 giorni, a fine fer­men­tazione, si sep­a­ra­no gli aci­ni otte­nen­do il gio­vane vino medi­ante una leg­gere pres­satu­ra. In questo las­so di tem­po l’unico para­metro tenu­to sot­to con­trol­lo è la tem­per­atu­ra che non deve mai super­are i 26°C, per preser­vare al meglio i pro­fu­mi; affi­na­men­to in gran­di bot­ti di leg­no su fec­ce fini per 12 mesi, segue affi­na­men­to in acciaio per altri 12 mesi e riposo in bot­tiglia per almeno 6 mesi. Al momen­to dell’imbottigliamento viene aggiun­ta una min­i­ma dose di anidride sol­forosa. Nes­suna chiar­i­fi­ca o fil­trazione. Gradazione Alcol­i­ca: 14%

Azien­da: L’Archetipo
Ind­i­riz­zo: c.da Tafu­ri sp21 km 7 – 74011 Castel­lan­e­ta (Ta)
Tele­fono: 080.3114243
e‑mail: info@larchetipo.it
Sito web: www.larchetipo.it
Cer­ti­fi­cazioni: bio­log­i­ca ICEA – Con­duzione con i cri­teri dell’agricoltura sin­er­gi­ca
Pro­pri­etario: Valenti­no Dibenedet­to
Super­fi­cie colti­va­ta a vigne­to: 20 ettari

+Gallery
+Info
+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti