Malattie della vite

Home  /  Blog  /  Pagina Corrente
×Dettagli

Scoperto un nuovo agente per il controllo biologico della peronospora

“Y3” (Ascomy­co­ta sp.), un fun­go in gra­do di bloc­care lo svilup­po degli Oomiceti
 
 
picture_client_format_2_5d3c64
I ricer­ca­tori dell’istituto Sophia Agro­biotech del INRA han­no scop­er­to questo par­ti­co­lare cep­po di fun­go, in gra­do di bloc­care lo svilup­po degli oomiceti, paras­si­ti delle piante e degli ani­mali, che provo­cano malat­tie par­ti­co­lar­mente dev­as­tan­ti come la per­onospo­ra del­la vite.

La mol­e­co­la prodot­ta da questo fun­go è il risul­ta­to di un mec­ca­n­is­mo di autod­ife­sa e sem­br­erebbe offrire una val­i­da soluzione per il con­trol­lo bio­logi­co in alter­na­ti­va ai trat­ta­men­ti chimi­ci.

Gli Oomiceti o Muffe d’ac­qua, un tem­po clas­si­fi­cati come funghi, sono micror­gan­is­mi acquati­ci par­en­ti delle alghe brune che si nutrono di piante ed ani­mali. Molte specie si clas­si­f­i­cano come alta­mente pato­geni. Sono Oomiceti, infat­ti, molti paras­si­ti impor­tan­ti, come le muffe acquatiche paras­site dei pesci (Sapro­leg­niales) e alcu­ni endoparas­si­ti tra i più dan­nosi delle col­ture agrarie e fore­stali, come le per­onospore del­la vite e del­la pata­ta (Per­onospo­rales).

Gli Oomiceti sono una grave minac­cia per l’a­gri­coltura e l’ac­qua­coltura e per lim­itare i dan­ni causati da questi organ­is­mi, si ricorre di soli­to ai pes­ti­ci­di. Con il lan­cio di Eco­phy­to, (il piano del­la Fran­cia con­tro i pes­ti­ci­di, in cui se ne dichiara la riduzione del 25% entro il 2020 e del 50% nel 2025 NdR), ques­ta prat­i­ca sarà vieta­ta, con il divi­eto pro­gram­ma­to del­l’u­ti­liz­zo in agri­coltura di fungi­ci­di a base di rame, come (solfa­to di rame, poltiglia bor­dolese, com­posti di rame con l’ossigeno, ossi­cloruro di rame, idrossi­do di rame, pep­tida­to di rame, cloruro di rame e cloruro rameoso, tal­la­to di rame, glu­cona­to di rame, (NdR).

Varie alter­na­tive sono in fase di svilup­po, tra cui gli approc­ci di bio­con­trol­lo, che uti­liz­zano organ­is­mi viven­ti o sostanze nat­u­rali. L’u­so dei micror­gan­is­mi fan­no parte di una delle quat­tro famiglie di prodot­ti di bio­con­trol­lo a cui fa rifer­i­men­to il Min­is­tero del­l’a­gri­coltura, ali­menta­re e fore­stale. Questi micro­bi ausil­iari pos­sono essere durevol­mente effi­caci nel­la misura in cui siano in costante inter­azione con i pato­geni. In gen­erale, lo stu­dio delle inter­azioni micro­bio­ma-oomiceti (1), cos­ti­tu­isce una fonte impor­tante di conoscen­za per iden­ti­fi­care gli ele­men­ti che pro­muovono o arrestano la pro­gres­sione di malat­tie delle piante.

Il cep­po “Y3” (Ascomy­co­ta sp.) è un fun­go che inibisce la cresci­ta degli Oomiceti pro­ducen­do un prin­ci­pio atti­vo nell’ambiente effi­cace a dosi rel­a­ti­va­mente basse. Ques­ta mol­e­co­la, prodot­ta prin­ci­pal­mente quan­do il fun­go sporu­la, rap­p­re­sen­ta un mec­ca­n­is­mo di dife­sa dell’ascomicete.

Gli stu­di con­dot­ti dai ricer­ca­tori mostra­no che la mol­e­co­la è molto effi­cace su tut­ti gli Oomiceti. Si osser­va fino al 100% di mor­tal­ità a par­tire di 1 mg / L. Pre­sen­ta anche una attiv­ità bat­te­ri­ci­da e fungi­ci­da, ma a con­cen­trazioni da 20 a 50 volte supe­ri­ori. Per­tan­to potrebbe rap­p­re­sentare una nat­u­rale alter­na­ti­va ai pes­ti­ci­di attual­mente uti­liz­za­ti e raf­forzare l’arse­nale di prodot­ti per il con­trol­lo bio­logi­co.

(1) Super­fi­cie di tut­ti i micror­gan­is­mi adat­tati per­ma­nen­te­mente alla super­fi­cie e all’in­ter­no di un organ­is­mo vivente.

Brevet:

Galiana E., Ponchet M., Marais A. (2011) Brevet N° WO/2011/110758. Traite­ment des végé­taux con­tre lʹin­fec­tion par des oomy­cètes.

Pub­li­ca­tion:

Galiana E, Marais A, Mura C, Indus­tri B, Arbiol G, Ponchet M. 2011. Ecosys­tem screen­ing approach for pathogen-asso­ci­at­ed microor­gan­isms affect­ing host dis­ease. Appl Env­i­ron Micro­bi­ol 77, 6069–6075.

Col­lab­o­ra­tion:

Marc Gaysin­s­ki, Lionel Mas­si et Mohamed Mehiri, Insti­tut de Chimie de Nice.

+Gallery
+Info

Pubblicato: 11 Agosto 2015

Autore:

Categoria: Blog, Pubblicazioni Scientifiche

Tags: ,

+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti