Mappatura del Terroir microbiologico del vino

Home  /  Blog  /  Pagina Corrente
×Dettagli

anr_vineyardIl termine “terroir” si utilizza per definire il blend esclusivo di suolo del vigneto, acqua e clima che influiscono sul flavor e sulla qualità del vino

 

Un nuovo studio realizzato dalla UC Davis in collaborazione con MicroTrek, Inc. e Constellation Brands Inc. ha dimostrato che le uve ed i vini prodotti sono anche il frutto di un terroir microbico invisibile ma abbastanza prevedibile, conseguenza del clima e la geografia della regione, del vigneto ma anche delle singole viti.

I risultati del sequenziamento del DNA hanno rivelato che ci sono modelli nelle comunità fungine e batteriche che popolano la superficie delle uve, e che questi modelli sono influenzati dalle condizioni ambientali dei vigneti.

Per esaminare il terroir microbico, i ricercatori hanno raccolto 273 campioni di mosto d’uva (miscela di succo, bucce e vinaccioli di uva appena pigiata e diraspata). I campioni sono stati raccolti in tutte le regioni vitivinicole della California nel corso di due diverse annate. Ogni campione , contenente uve provenienti da un blocco di vigneto specifico, è stato immediatamente congelato per l’analisi.

I ricercatori hanno usato una tecnica di sequenziamento del DNA chiamato “short-amplicon sequencing” per caratterizzare le comunità fungine e batteriche che crescono sulla superficie delle uve e successivamente appaiono nei campioni di mosto d’uva.

Hanno scoperto che la struttura delle comunità microbiche varia significativamente tra le diverse zone produttrici d’uva. I dati hanno anche evidenziato l’esistenza di modelli regionali significativi per entrambe le comunità fungine e batteriche presenti nei campioni di mosto Chardonnay. Invece i campioni di Cabernet Sauvignon hanno mostrato solidi modelli regionali per le comunità fungine mentre per le comunità batteriche i modelli erano deboli.

+Gallery
+Info

Pubblicato: 15 maggio 2014

Autore:

Categoria: Blog, Pubblicazioni Scientifiche

+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti