Principe Pallavicini

Home  /  Azienda  /  Pagina Corrente
×Dettagli

1970760_629475467087487_1302788708_n

L’impegno nel­la viti­cul­tura del­la famiglia Pallavici­ni gode ora di un rin­no­va­to slan­cio gra­zie a Maria Camil­la che intende perseguire un prog­et­to che le sta par­ti­co­lar­mente a cuore: con­tribuire alla val­oriz­zazione del­la viti­coltura laziale e del Fras­cati in par­ti­co­lare. Ottan­ta ettari di vigne­to divi­so in due pro­pri­età : Colon­na e Cervet­eri.

La pro­pri­età di Colon­na con i suoi 54 ettari vitati rap­p­re­sen­ta il più grande vigne­to pri­va­to di Fras­cati e si  com­pone di tre cor­pi: Colon­na, Pasoli­na e Mar­morelle.

A Colon­na, in un edi­fi­cio sei­cen­tesco sono local­iz­zate la can­ti­na, la lin­ea d’imbottigliamento, i mag­a­zz­i­ni, gli uffi­ci e il ris­torante dell’azienda “L’Osteria del­la Colon­na”.

Nel­la vic­i­na “Pasoli­na” sono colti­vate le uve a bac­ca rossa per la pro­duzione di gran­di vini rossi da invec­chi­a­men­to  i Caber­net Sauvi­gnon e Franc, il Cesanese, il Mer­lot ed il Petit Ver­dot. A quote leg­ger­mente più basse, è colti­va­ta la Mal­va­sia Punti­na­ta.

Nei vigneti di Mar­morelle, dove i ter­reni da medi­a­mente pro­fon­di a pro­fon­di, cal­carei e molto argillosi, esaltano ancor più le qual­ità aro­matiche speci­fiche di queste vari­età, sono state impiantate: la Falanghi­na, il Gre­co e la Mal­va­sia Punti­na­ta. A queste uve, si affi­an­cano il Treb­bi­amo Toscano, la Mal­va­sia di Can­dia, il Bombi­no, il Grechet­to e lo Chardon­nay.

In questo cor­po azien­dale sono pre­sen­ti i pri­mi vigneti rossi di San­giovese e Cesanese, impiantati nel 1970 dal­la famiglia; a questi si affi­an­ca il pri­mo vigne­to di Caber­net Sauvi­gnon impianta­to agli inizi degli anni ’90 che in questo “ter­roir” rag­giunge una mat­u­razione otti­male che con­tribuisce a dare al vino un’impronta par­ti­co­lare di longevità ed ele­gan­za.

In local­ità Mar­morelle è pre­sente, inoltre, la mod­er­na can­ti­na di vinifi­cazione nei cui locali sono col­lo­cate gran­di bot­ti di rovere francese per la con­ser­vazione dei vini rossi e bar­riques di aca­cia per la fer­men­tazione del pas­si­to. Nelle nic­chie delle grotte sot­tostan­ti, sono pre­sen­ti le bar­riques di rovere francese e le bot­tiglie per l’affinamento dei vini rossi e bianchi.

La pro­pri­età di Cervet­eri.  Sul­la col­li­na di Mon­te­tosto, a cir­ca 150 m sul liv­el­lo del mare, la famiglia Pallavici­ni ha indi­vid­u­a­to la col­lo­cazione otti­male per l’impianto di nuovi vigneti che attual­mente si esten­dono per cir­ca 15 ettari. A ques­ta quo­ta, il ter­reno diven­ta ric­co di strut­tura cal­carea, ciot­toloso l’uva è baci­a­ta dal sole e accarez­za­ta dal­la brez­za mari­na, sono sta­ti impiantati cloni nobili di San­giovese, Mer­lot e Shi­raz.

Tut­ti i vigneti di Principe Pallavici­ni han­no una posizione par­ti­co­lar­mente priv­i­le­gia­ta in virtù del­la tipolo­gia dei ter­reni e del cli­ma. Da alcu­ni anni inoltre, in entrambe le due tenute vitate, quel­la stor­i­ca di Colon­na nei Castel­li Romani e quel­la di Cervet­eri nel­la bas­sa Marem­ma, si è scel­to di perseguire con par­ti­co­lare cura la pro­duzione a bas­so impat­to ambi­en­tale e di met­tere in atto pro­ces­si rispet­tosi del­la salute dell’uomo come l’adesione dell’azienda al piano di svilup­po rurale con il quale ha real­iz­za­to un impianto di depu­razione bio­log­i­ca a fanghi attivi.  

La can­ti­na pre­sen­ta due linee di vini:

Lin­ea Principe Pallavici­ni

Moroel­lo – Mer­lot 60%  — San­giovese Grosso 40%  Prod/ettaro: 40/45 q.li fer­men­tazione con mac­er­azione pro­l­un­ga­ta  e  mat­u­razione in bar­riques di e leg­no grande per 1 anno

Ama­ras­co – Cesanese 100% Prod/ettaro: 35 q.li dopo appas­si­men­to Appas­si­men­to in pianta fer­men­tazione acciaio mat­u­razione 12 mesi  in bot­ti di rovere

Soleg­gio – Caber­net sauvi­gnon 100%  Prod/ettaro: 80 q.li fer­men­tazione acciaio mat­u­razione 12 mesi  in bar­riques france­si  

1670 —  Mal­va­sia punti­na­ta 60% e Semi­l­lon 40%  Criomac­er­azione e pres­satu­ra sof­fice delle uve con­ser­vazione sui lievi­ti nat­u­rali per cir­ca 6 mesi in bot­ti gran­di affi­na­men­to 2 mesi in bot­tiglia

Pog­gio verde – Mal­va­sia di Can­dia 50%  Mal­va­sia del Lazio (punti­na­ta) 20%  Treb­biano 10% Toscano Gre­co e Grechet­to 20%  Criomac­er­azione e pres­satu­ra sof­fice delle uve con­ser­vazione sui lievi­ti nat­u­rali per cir­ca 4/5 mesi

La Gia­ra – Mal­va­sia punti­na­ta (anche det­ta del Lazio) 100% – breve mac­er­azione pel­li­co­lare con­ser­vazione sui lievi­ti nat­u­rali per cir­ca 4/5 mesi

Lin­ea Terre dei Pallavici­ni

Cesanese  — Cesanese 100% Vinifi­cazione tradizionale in rosso a cap­pel­lo som­mer­so con pro­l­un­ga­ta mac­er­azione. Affi­na­men­to in acciaio

Petit Ver­dot – Petit Ver­dot 100%  Vinifi­cazione tradizionale in rosso a tem­per­atu­ra con­trol­la­ta. Affi­na­men­to 4/6 mesi in ton­neau e in bot­tiglia

Syrah – Syrah 100%  Vinifi­cazione in acciaio con con­trol­lo del­la tem­per­atu­ra e “delestage”. Affi­na­men­to 4/6 mesi in ton­neau e in bot­tiglia

Mal­va­sia - Mal­va­sia punti­na­ta (anche det­ta del Lazio) 100%  breve mac­er­azione pel­li­co­lare con­ser­vazione sui lievi­ti nat­u­rali per cir­ca 4/5 mesi 

Fras­cati - Mal­va­sia di Can­dia 50%  Mal­va­sia del Lazio (punti­na­ta) 30%  Treb­biano 20%  Vinifi­cazione tradizionale in bian­co con con­dizion­a­men­to ter­mi­co del mosto. Affi­na­men­to in acciaio.

Gre­co Bian­co – Gre­co 100%  breve mac­er­azione pel­li­co­lare con­ser­vazione sui lievi­ti nat­u­rali per 3/4 mesi 

Azien­da:  Principe Pallavici­ni

Ind­i­riz­zo:  Via Roma, 121 (ex via Casili­na km 25,50) 00030 Colon­na — Roma

Tele­fono:  06–9438816

Fax:  06–9438027

E‑mail:  info@terredeipallavicini.com  

Sito web:  www.principepallavicini.com

Pro­pri­etario:    Principes­sa Maria Camil­la Pallavici­ni e figli

Super­fi­cie colti­va­ta a vigne­to:   80 ettari

Pro­pri­età di Colon­na:  65 ettari

Pro­pri­età di Cervet­eri:  15 ettari

Prodot­ti: Vini DOC e IGT

+Gallery
+Info
+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti