Scienza del vino. Cosa significa mineralità?

Home  /  Blog  /  Pagina Corrente
×Dettagli

Scienza del vino. Cosa significa mineralità?

Cosa è, esattamente in un vino, la mineralità? E da cosa dipende? Una ricerca smonta parecchi miti sull’argomento

41dd40cee3ab700c82d3b9db856cea39_L

Una nuova ricerca condotta dal team guidato dalla dottoressa Wendy Parrdella Lincoln University, in Nuova Zelanda, mette in risalto che, anche se il descrittore “mineralità” non è frutto della fantasia o della suggestione sensoriale degli assaggiatori, la fonte della sua percezione rimane ancora un mistero. Bisognerebbe pertanto utilizzarlo con cautela, specialmente durante un panel di assaggio professionale nel quale è prevista una valutazione delle qualità organolettiche del vino.

La mineralità, carta vincente del marketing

La scienza sensoriale definisce nessi importanti nella ricerca multidisciplinare del vino, servendo da congiunzione tra tutti quei fenomeni in stretta correlazione con il mondo della viticoltura, dell’enologia e delle strategie di marketing. Questo diventa tanto più evidente nel momento in cui le complesse caratteristiche di un vino vengono investigate mediante un approccio scientifico.

Tra le caratteristiche che si possono studiare, un posto di primo piano ce l’ha la mineralità, tra le percezioni più enigmatiche e sfuggenti da circoscrivere. Nonostante le sua indefinitezza, però, produttori e critici la citano con sempre maggior frequenza, collegando le percezioni minerali alla qualità del vino e utilizzando vaghi riferimenti a pietra bagnata, pietrisco, terra e via dicendo. Ma sino a ora non c’è unanimità nella definizione del profilo di questa caratteristica e quindi ancora non può essere fornita una rappresentazione reale di questo descrittore e tantomeno avere la certezza che esista davvero.

 

Per continuare a leggere l’articolo dal titolo “Scienza del vino. Cosa significa mineralità?” pubblicato sul Gambero Rosso a cura di Alberto Grasso, clicca qui.

+Gallery
+Correlati
+Info

Pubblicato: 26 febbraio 2016

Autore:

Categoria: Blog, Pubblicazioni Scientifiche

Tags: , ,

+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti