Scienza del vino. Sulle origini del Goût de Lumiere nei vini della Champagne

Home  /  Blog  /  Pagina Corrente
×Dettagli

Osser­va­to nel 1981 da Emmanuelle Char­p­en­tier e Alain Mau­jean dell’Università di Reims, il Goût de Lumiere è un difet­to del­lo Cham­pagne. Da allo­ra si sono fat­ti tan­ti stu­di per trovare il modo per pre­venir­lo.

Il Gus­to di Luce (Goût de Lumière) è una alter­azione aro­mat­i­ca data dal­la pro­l­un­ga­ta espo­sizione ai rag­gi UV. Osser­va­ta nel 1981 da Emmanuelle Char­p­en­tier e Alain Mau­jean dell’Università di Reims, si pre­sen­ta con un aro­ma sgrade­v­ole causato dal­la erra­ta con­ser­vazione delle bot­tiglie di vino vici­no a sor­gen­ti lumi­nose. Un difet­to che appare nei vini, soprat­tut­to bianchi e imbot­tigliati in vetro chiaro, e che si man­i­fes­ta con una perdi­ta di col­ore e la com­parsa di odori quali gom­ma, cipol­la, aglio, cavo­lo cot­to e zol­fo.

Il 1984 e i primi studi

Già da alcu­ni anni le ricerche ave­vano evi­den­zi­a­to una prob­a­bile causa del Goût de Lumière dovu­ta alla luce e nel 1984 Seguine Nadine, una ricer­ca­trice dell’Università di Reims, apportò con i suoi stu­di un ulte­ri­ore utile con­trib­u­to sull’origine di questo difet­to, già noto da molto tem­po in Cham­pagne e che si anda­va par­ti­co­lar­mente inten­si­f­i­can­do in quegli anni.

Per con­tin­uare a leg­gere l’ar­ti­co­lo dal tito­lo ” Scien­za del vino. Sulle orig­i­ni del Goût de Lumiere nei vini del­la Cham­pagne” a cura di Alber­to Gras­so e pub­bli­ca­to sul sito del Gam­bero Rosso, clic­ca qui.

+Info

Pubblicato: 4 Dicembre 2015

Autore:

Categoria: Blog, Pubblicazioni Scientifiche

Tags: , , ,

+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti