Spumanti Abruzzo Dop

Home  /  Blog  /  Pagina Corrente
×Dettagli

Progetto Spumanti Abruzzo Dop, i primi risultati
La spumantizzazione come leva per la valorizzazione dei vitigni autoctoni abruzzesi

 

spumanti-Abruzzo-DOP

Il prog­et­to Spuman­ti Abruz­zo DOP è real­iz­za­to da parte di CODICE CITRA, attra­ver­so le sue asso­ciate e i soci vig­naioli, con la part­ner­ship di C.Ri.V.E.A e dell’Università di Ter­amo. Dopo un lun­go per­cor­so di stu­di, i nuovi spuman­ti ABRUZZO DOP sono sta­ti pre­sen­tate alla stam­pa, il 20 luglio a Milano. Una grande oppor­tu­nità, non solo per la vitivini­coltura abruzzese, ma anche per la pro­mozione del­la regione a liv­el­lo inter­nazionale.

Codice Cit­ra, la più grande coop­er­a­ti­va vini­co­la abruzzese, l’Università di Ter­amo e il Cen­tro di ricer­ca viti­co­la ed eno­log­i­ca d’Abruzzo(C.Ri.V.E.A.), han­no deciso di dar vita a un prog­et­to di ricer­ca e svilup­po che pun­ta alle bol­licine da vit­ig­ni autoc­toni.

Lavo­ran­do in team i tre pro­tag­o­nisti han­no mes­so insieme le rispet­tive com­pe­ten­ze, per val­oriz­zare al meglio le sin­ergie che ne derivano. All’Università di Ter­amo è affi­da­ta tut­ta la parte sci­en­tifi­ca: dal­la rac­col­ta dati alla sper­i­men­tazione pura. Al C.Ri.V.E.A. com­pete tut­ta la parte iner­ente la tec­nolo­gia eno­log­i­ca. Codice Cit­ra, infine, mette a dis­po­sizione il suo know-how cos­ti­tu­ito da una rete di agrono­mi ed enolo­gi di tutte le asso­ciate

Prog­et­to Spuman­ti Abruz­zo Dop pun­ta innanz­i­tut­to alla val­oriz­zazione del­la Doc Abruz­zo isti­tui­ta di recente, ma anche all’esaltazione di vit­ig­ni che sono in gra­do di esprimere poten­zial­ità inter­es­san­ti anche in ver­sione spumante, tipolo­gia sem­pre più apprez­za­ta dai con­suma­tori.

Le vari­età inter­es­sate sono la bian­ca Cococ­ci­o­la, l’autoctono per eccel­len­za d’Abruzzo, il Pecori­no, oggi in grande espan­sione, dif­fu­so nelle Marche merid­ion­ali, in Abruz­zo e in alcune micro­zone dell’Umbria e del Lazio, il Mon­ton­i­co, poco più di 70 ettari colti­vati qua­si solo nel tera­mano, la Passe­ri­na, un vit­ig­no molto anti­co orig­i­nario del­la fas­cia adri­at­i­ca e il Mon­tepul­ciano, l’uva rossa più conosci­u­ta in queste terre, atta a dar vita a vini dal buon invec­chi­a­men­to gra­zie alla sua nat­u­rale acid­ità.

I vigneti coin­volti nel prog­et­to sono quel­li apparte­nen­ti ai trem­i­la soci del­la Coop­er­a­ti­va Codice Cit­ra e sono col­lo­cati in aree molto diverse fra loro: dal­la fas­cia litoranea alla pede­mon­tana. Il prog­et­to prevede che tut­to ven­ga per­fet­ta­mente con­trol­la­to: dalle tec­niche di all­e­va­men­to delle uve, alle rese, dal­la potatu­ra sec­ca o verde alla scelta dell’epoca vendem­mi­ale.
In can­ti­na si faran­no sia vinifi­cazioni in bian­co, sia in rosè e si studierà la pre­sa di spuma appli­can­do entram­bi i meto­di (Mar­tinot­ti, con rifer­men­tazione in auto­clave e Meto­do Clas­si­co, con rifer­men­tazione in bot­tiglia).

Dopo qua­si un anno di lavoro, si pos­sono com­in­cia­re a rac­cogliere i pri­mi frut­ti e, come è emer­so lo scor­so 5 luglio in un con­veg­no a Ortona (Chi­eti), tut­ti i sogget­ti inter­es­sati sono anco­ra più con­vin­ti del­la valid­ità del prog­et­to e dell’immensa poten­zial­ità delle uve d’Abruzzo.

“Cre­do che l’ABRUZZO DOP sia come un dia­mante grez­zo” spie­ga Lino Oli­vas­tri, enol­o­go di CITRA e respon­s­abile del prog­et­to, “che gra­zie alla val­oriz­zazione delle poten­zial­ità autoc­tone dei vit­ig­ni, pren­derà man mano for­ma ver­so una gem­ma più preziosa. La spuman­tiz­zazione è una oppor­tu­nità da cogliere: i vini che otter­re­mo con­tribuiran­no alla pro­mozione ter­ri­to­ri­ale e del­la vitivini­coltura abruzzese.”

Il prog­et­to di spuman­tiz­zazione dei vit­ig­ni autoc­toni cos­ti­tu­isce una grande oppor­tu­nità, non solo per la vitivini­coltura abruzzese, ma anche per la pro­mozione del­la regione a liv­el­lo inter­nazionale.

+Gallery
+Correlati
+Info

Pubblicato: 30 Luglio 2015

Autore:

Categoria: Blog, Eventi, Pubblicazioni Scientifiche

Tags: ,

+Commenti

Lascia un commento

You must be Connesso to post a comment.

Articoli Recenti